mercoledì 4 luglio 2018

Udine, tutti i segreti delle Frecce Tricolori

lastampa.it
Flaminia Giurato (Gedi Digital)

Un percorso sorprendente quello delle visite guidate alle Frecce Tricolori della Base Aerea di Rivolto


Frecce Tricolori acrobazia

Si chiamano Pattuglia Acrobatica Nazionale ma sono conosciute come le Frecce Tricolori e costituiscono il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico: ecco la pattuglia acrobatica nazionale dell’Aeronautica Militare Italiana nate nel 1961. E’ in quell’anno che venne creato un gruppo permanete per l’addestramento all’acrobazia aerea collettiva dei suoi piloti. Quella italiana vanta un primato: con dieci aerei, di cui nove in formazione e uno solista, risulta essere la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo con un programma di volo che comprende circa 20 acrobazie per uno spettacolo della durata di una mezz’ora.

Frecce Tricolori tra storia e spettacolo
Era il 1930 quando, all’aeroporto di Udine Campoformido, venne fondata la prima scuola di volo acrobatico grazie all’iniziativa del colonnello Rino Corso Fourier. Prima della Seconda Guerra Mondiale la Pattuglia prese parte a varie manifestazioni tra cui l’inaugurazione dell’Aeroporto Milano-Linate e, dopo lo stop forzato a causa degli avvenimenti bellici, la sua storia continua fino alla formazione del Cavallino Rampante, una pattuglia composta nel 1950 che debuttò nel corso di una manifestazione per la Nato. Dopo varie alte formazioni si arriva alla fine del 1960 per fondare un reparto specificatamente destinato alle acrobazie, selezionando i migliori piloti, che hanno portato a quello che oggi è per molti un altro vanto italiano. Le Frecce Tricolori hanno tre programmi di esecuzioni delle acrobazie, definiti alto, basso e piatto a seconda delle condizioni meteo.

Si parla di programma alto quando la base delle nuvole si trova sopra i 1000 metri e le figure acrobatiche vengono eseguite interamente sul piano verticale. Il programma basso viene scelto quando le nubi non superano i 500-600 metri e non si compiono manovre verticali mente la variante del programma piatto precede passaggi a bassa quota. Questo e molto altro può essere scoperto a Rivolto, in provincia di Udine, con le visite guidate alle Frecce Tricolori, che permettono di conoscere da vicino la mitica Pattuglia Acrobatica Nazionale apprezzata nei cieli di tutto il mondo. Con percorsi di circa tre ora si assiste ad un vero e proprio spettacolo con il pubblico che si immerge totalmente nell’atmosfera della base aerea, centro logistico e punto di partenza delle esibizioni in cielo Frecce.

Il personale dell’Aeronautica, avvalendosi anche della proiezione di filmati, svela tutti segreti del volo acrobatico, illustra le caratteristiche dei velivoli, le tecniche di volo, la vita dei piloti nella base. Lungo il percorso i visitatori hanno anche l’opportunità di vedere da vicino l’Aermacchi MB339, il velivolo attualmente in dotazione alle Frecce Tricolori e potrebbe anche capitare, se la Pattuglia non è impegnata con le esibizioni, di poter assistere all’addestramento in volo.