venerdì 6 luglio 2018

Migranti, l'Austria alza il muro: "Proteggeremo i nostri confini"

ilgiornale.it
Franco Grilli

Vienna ribadisce la sua posizione dopo l’accordo raggiunto in Germania



Nella notte il Cancelliere Angela Merkel e il suo ministro dell'Interno Horst Seehofer hanno raggiunto l'intesa sui migranti. Un accordo che, se da un lato, salva di fatto il governo di Grosse Koalition in Germania, dall’altro introduce nuove restrizioni per l’ingresso dei profughi sul territorio tedesco. Con conseguenze, di rimbalzo, sull’Austria. Che potrebbe così subire un flusso maggiore di immigrati.

Bene, dopo quanto successo a Berlino, nella vicina Vienna hanno subito fatto sapere che il governo austriaco non ha alcuna intenzione di subire passivamente il fenomeno migratorio. Motivo per il quale potrebbe adottare subito misure per proteggere i propri confini, prevedendo evidentemente l'afflusso dei profughi respinti ai confini tedeschi: se l'accordo raggiunto la scorsa notte venissime convalidato dal governo tedesco,"dovremo adottare misure per evitare svantaggi per l'Austria e la sua gente", ha fatto sapere il governo austriaco.

Inoltre, l’esecutivo guidato da Sebatian Kurz si è anche detto "pronto a prendere misure per proteggere le frontiere meridionali, in particolare, quelli con Italia e Slovenia".