giovedì 12 luglio 2018

I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani

repubblica.it
(Leonardo Bizzaro)

I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani
Il primo Topolino, pubblicato da Nerbini di Firenze il 31 dicembre 1932. Sicuramente il più raro fumetto italiano. Stima 3mila euro

Sono i numeri uno del fumetto italiano, i più rari, ricercatissimi dai collezionisti e quasi introvabili. Little Nemo, casa d'aste torinese, la più importante in Europa per quanto riguarda i libri illustrati, i fumetti, i testi per bambini, ne ha trovati un'ampia scelta di grande valore e li mette in vendita il 12 luglio con quattrocento altri lotti per i quali già stanno arrivando offerte anche fuori dai confini. Il pezzo più ricercato è senza dubbio il primo numero del Topolino pubblicato da Nerbini nel dicembre 1932, l'esordio dell'era Disney in Italia, trovato per caso in un cassetto dal figlio di un cardiologo torinese scomparso 25 anni fa. "Sicuramente il più raro fumetto italiano", lo valuta Sergio Pignatone, anima della casa d'aste, che stima di poter superare i 15mila euro. Ma di rarità ce ne sono anche altre, nel catalogo, che si possono vedere in esposizione fino al 12 luglio in via Ozanam 7 a Torino.

Tra le altre, la collezione completa della prima annata del Corriere dei Piccoli, che ha debuttato in edicola il 27 dicembre 1908. E ancora quattro annate de L'Avventuroso, dal 1934 al 1937, che nonostante l'epoca fascista riuscì a portare in Italia le migliori serie americane, compresi Flash Gordon, Mandrake, L'Uomo Mascherato. Poi il primo Topolino Giornale edito da Mondadori, nel 1935, il primo Albo nel Regno di Topolino, rarissimo, con il nostro eroe alle prese con un elefante. Ci sono anche la prima serie a striscia de Il Grande Blek, del 1954; il famoso "La Mano Rossa", in cui Tex ha debuttato nel formato ancora oggi in edicola, e una tavola di un più recente fumetto di culto, Alan Ford, disegnato da Magnus: anche in questo caso è una prima, è stata pubblicata nel numero 1, del maggio 1969, delle strampalate avventure del Gruppo Tnt.



  • I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani La prima annata completa del Corriere dei Piccoli. Il primo numero è del 27 dicembre 1908. All'asta i numeri dall'1 al 53 degli anni 1908-1909. Stima 3mila euro 


  • I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani
    La prima serie a striscia de Il Grande Blek, collana Freccia, con la storia "L'eroe dei Trappers", dal numero 1 al 21. Stima 1200 euro

    I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani
    L'Avventuroso Grande Settimanale d'Avventure Nerbini, collezione completa 1934-1937 dal numero 1 al 168. Tra le altre, storie di Flash Gordon, Jim della Jungla, Mandrake, L'Uomo Mascherato. Stima 1000 euro


    I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani
    Tex gigante in versione censurata con la storia "La Mano Rossa". Stima 700 euro

    I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani 
    Alan Ford di Magnus, tavola originale dal numero 1, maggio 1969. Stima 5mila euro

    • I numeri uno, vanno all'asta i più rari fumetti italiani Albi nel Regno di Topolino: primo rarissimo albo del marzo 1935, con la storia "Topolino e l'elefante". Stima 600 euro