lunedì 25 giugno 2018

L’ultima idea di Salvini: “Chiudere tutte le cartelle di Equitalia sotto i 100 mila euro”

lastampa.it

Il ministro dell’Interno: «Tocca al governo semplificare il sistema fiscale». Ma Tria resta prudente: «Affrontare le sfide in continuità con il passato»

La polemica sul censimento dei rom in Italia non si è ancora esaurita e Matteo Salvini lancia un’altra proposta destinata a far discutere. «Bisogna chiudere tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro» dice il vicepremier e ministro dell’Interno alla cerimonia del 244° anniversario della Guardia di Finanza.

“Bisogna liberare milioni di italiani incolpevoli”
«Dodicimila evasori totali sconosciuti al fisco e grandi evasori che hanno rubato una media di due milioni di euro a testa. Onore alla Guardia di Finanza che li ha scovati, ora tocca al governo semplificare il sistema fiscale, ridurre le tasse e, da subito, chiudere tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro, per liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse».

Tria: “Affrontare sfide in continuità con passato”
«Le sfide condizionate dalla particolare situazione economica dovranno essere affrontate nel segno della continuità con le politiche adottate nel passato per gestire al meglio il presente» ha detto il ministro dell’Economia Giovanni Tria. «Per verificare l’aderenza delle strategie intraprese rispetto al contesto economico e giuridico fortemente e contraddittoriamente in continua evoluzione, nonché per pianificare con lungimiranza il futuro».