giovedì 3 agosto 2017

Telemarketing, più privacy e addio numeri fantasma

ilgiornale.it
Gianni Carotenuto - Mer, 02/08/2017 - 16:07

La commissione Comunicazione del Senato ha approvato all'unanimità la proposta della Lega Nord contro le telefonate che offrono servizi commerciali



Le telefonate per televendite e promozioni commerciali disturbano? Chi vorrà evitarlo, potrà chiedere l'esclusione dei numeri di tutte le proprie utenze, sia fisse che mobili, e negare l'utilizzo dei dati personali attraverso l'iscrizione al registro per le opposizioni.

Inoltre, potrà anche contare sul divieto per gli operatori di ricorrere a compositori telefonici per la ricerca automatica di numeri non inseriti negli elenchi pubblici, mentre sarà creato un prefisso unico che consentirà di individuare immediatamente la telefonata del call center, riservando così la facoltà di rispondere o meno. E' il senatore della Lega Nord Jonny Crosio a mettere in luce così le linee guida della legge, di cui è primo firmatario, relativa a "modifiche alle modalità di iscrizione e di funzionamento al registro delle opposizioni", approvata oggi dalla commissione Lavori pubblici e Comunicazioni, in sede deliberante.

"La soddisfazione personale è enorme: perchè grazie a questa legge i cittadini saranno più tutelati. E' un aiuto concreto ai cittadini che si potranno difendere da proposte e vendite telefoniche che spesso rasentano lo stalking, ma che, al contempo, salvaguarda le aziende di un settore che dà lavoro a decine di migliaia di persone", spiega il senatore della Lega. "Ringrazio anche per il sostegno, non scontato, tutti i gruppi parlamentari". Ha presenziato ai lavori, spiega una nota, il sottosegretario con delega alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, mentre relatore è stato Raffaele Ranucci del Pd.

La proposta approvata all'unanimità dalla commissione Lavori pubblici e Comunicazioni arriva al termine di un lungo dibattito sul fenomeno delle telefonate a numeri fissi e mobili per proporre servizi commerciali. All'inizio del 2017 l'Unione europea aveva lanciato l'idea di un prefisso unico per tutti i teleoperatori. Proposta che però non si è mai concretizzata.