sabato 8 luglio 2017

Una spia dentro Office: Microsoft Workplace Analytics controlla il lavoro dei dipendenti

lastampa.it
marco tonelli

Un’estensione del pacchetto produttività permette a responsabili, manager o capi reparto di misurare il tempo speso per scrivere una mail o partecipare a una riunione



Uno strumento in grado di tracciare e monitorare la giornata di lavoro dei dipendenti. Microsoft Workplace Analytics è un’estensione di Office 365 che permette a responsabili, manager o capi reparto di controllare come il lavoratore utilizza il proprio tempo. «Il fitbit della produttività», come lo ha definito il responsabile del servizio Alym Rayani, utilizza le informazioni provenienti da programmi come Outlook o Calendar e sulla base di questi è in grado di misurare i minuti spesi per scrivere una mail o partecipare a una riunione. Senza dimenticare, anche le ore passate a lavorare fuori dal proprio orario di lavoro. 


Un’immagine della schermata di controllo di Workplace Analytics

«Ha lo stesso funzionamento di un dispositivo indossabile in grado di tracciare le attività giornaliere. Volevamo applicare questo concetto al mondo delle imprese», dice Rayani in un’intervista a GeekWire. Per farlo, Microsoft ha utilizzato la tecnologia sviluppata da VoloMetrix, una start up di Seattle (acquisita nel 2015), specializzata nella misurazione delle prestazioni dei dipendenti. Il nuovo servizio è una evoluzione di Microsoft MyAnalitycs, nato per fornire agli utenti, una fotografia della propria giornata. Le informazioni ricavate dalle applicazioni però, non sono visibili a tutti, ma solo a coloro che lo utilizzano.

E se in questo caso, l’utilizzo di Workplace Analytics potrebbe insidiare la privacy dei lavoratori, intervistato da Techcrunch, lo stesso Rayani spiega che il controllo è necessario per valutare quali sono le loro abitudini migliori, il tutto per migliorare la produttività e la soddisfazione degli stessi.
Come scrive il colosso di Redmond, in un comunicato ufficiale pubblicato sul suo sito web, il programma è già stato testato su aziende come Johnson & Johnson, PayPal o Freddie Mac. «Ad esempio, sulla base dell’analisi dei dati provenienti dall’applicazione Calendario, una delle società che hanno partecipato al test è riuscita a prevedere un risparmio pari al 46% del tempo che ogni dipendente spende per viaggiare», spiega Microsoft nel post sul blog di Office.