lunedì 10 luglio 2017

Pappagalli e avvoltoi

ilgiornale.it
Vittorio Macioce - Dom, 09/07/2017 - 23:32

Capita che l'accoglienza non abbia nulla a che fare con la bontà, ma sia soltanto una scusa per fare più affari

I pappagalli non sanno quello che dicono. Ripetono sempre le stesse frasi, forse perché così si riconoscono, si definiscono, trovano identità in parole di cui non leggono il senso
Per i pappagalli non è una malattia, per la politica sì.

L'ultimo esempio è la reazione alla svolta culturale di Renzi e Minniti sull'immigrazione. I due hanno rotto un tabù della sinistra: non si può accogliere tutti. Non significa alzare muri o chiudere il Mediterraneo, ma trovare una soluzione alternativa al commercio di anime degli scafisti. La risposta è un concerto di pappagalli: «Aiutarli a casa loro non è di sinistra». Ma, esattamente, che vuole dire?

Perché non è di sinistra? E c'è una solidarietà di sinistra (buona) e una di destra (cattiva)?La verità è che questa frase è stupida. È buttata lì come un ritornello perché serve appunto a riconoscersi. Nessuno, neppure a sinistra, può pensare che sia una bestemmia una sorta di piano Marshall per l'Africa. Il problema, semmai, è farlo sul serio. Crederci.

Non replicare anni e anni di fallimenti, con i soldi che vanno a Sud e poi tornano nelle tasche di mediatori occidentali o arricchiscono le oligarchie locali. Non è facile, ma di certo non sarebbe una scelta egoistica. Sarebbe un miracolo. Non si parte da casa per il gusto dell'avventura. Si parte perché si sta male. Nessuno ha voglia di mettere tutto quello che ha su un barcone.

Allora, perché aiutarli a casa loro non è di sinistra? Magari i pappagalli questa cosa qui prima o poi la spiegheranno. La sinistra ha una passione per le traversate di notte disperate e clandestine? Come se fosse la sceneggiatura di un film o una bella storia da raccontare. Bello ed emozionante se non sei tu che rischi la pelle. È cinismo estetico.

Ma ci potrebbe perfino essere un lato meschino in chi tifa per gli sbarchi. Capita che l'accoglienza non abbia più nulla a che fare con la bontà, ma sia solo una scusa per gli affari. Carne umana a colazione. Venite e moltiplicatevi perché ognuno di voi ha un prezzo. Con i migranti si fanno più soldi che con la droga, sosteneva il signor Buzzi di «Mafia capitale». Non è il solo. Quei soldi poi diventano voti. E qui i pappagalli si fanno avvoltoi.