mercoledì 19 luglio 2017

Messico, il segreto del tunnel sotto le piramidi

lastampa.it
Autore: salvo cagnazzo

La recente scoperta farebbe presupporre  l’esistenza di un “mondo sotterraneo” appartenente alla civiltà mesoamericana

Teotihuacan, Messico
Teotihuacan, Messico

PERCHE' SE NE PARLA
Ritrovato nel Messico un tunnel segreto situato sotto una piramide risalente al 200 d.C.. Si tratta della Piramide della Luna, nella parte ovest di Teotihuacan, città precolombiana nella valle del Messico. Questo corridoio è stato rinvenuto grazie ad una tecnica particolarmente innovativa che ha consentito la sua individuazione direttamente dalla superficie. Il condotto si trova a una profondità di 10 metri, ma è ancora ignota la lunghezza. La scoperta farebbe presupporre  l’esistenza di un “mondo sotterraneo” appartenente alla civiltà mesoamericana, quella che diede vita a questa incredibile metropoli tra il 150 d.C. e il 500 d. C.. Lo confermerebbe l'esistenza di un tunnel similare, ritrovato al di sotto del Tempio del Serpente piumato, sempre a Teotihuacan.

PERCHE' ANDARCI
Sui lati dell'ampio viale centrale di Teotihuacan, chiamato "Viale dei Morti", sorgono imponenti edifici cerimoniali, tra i quali l'immensa Piramide del Sole. Questa, tra le piramidi del nuovo mondo, è la seconda più grande, dopo la Grande piramide di Cholula. Ma c'è anche la Piramide della Luna, e molte altre piattaforme costruite con lo stile talud-tablero. Più avanti si trova anche La Cittadella, che comprende il Tempio del Serpente Piumato, oggi piuttosto rovinato.

DA NON PERDERE
L'area de La Cittadella, circondata da templi, rappresentava il fulcro politico-religioso della città. Nei palazzi attorno vivevano molti degli abitanti di Teotihuacan, quelli più ricchi e potenti. Il più grande di questi ha una superficie di più di 3300 mq. Molti di questi edifici contenevano anche botteghe e laboratori artigianali che producevano e vendevano oggetti di vario tipo, sopratutto di ceramica.

PERCHE’ NON ANDARCI
E' una delle mete principali di un viaggio tutto messicano, ma Città del Messico è stata spesso definita una delle città più pericolose del mondo. Si raccomanda, quindi, di fare molta attenzione alla sicurezza personale: il tasso di criminalità è elevato.

COSA NON COMPRARE
Di cose belle e meno belle ce ne sono tante: dai teschi colorati agli stivali artigianali, dalle maschere messicane alle borse ben intrecciate. Poi c'è il sombrero, decisamente kitsch, altrettanto ingombrante e inutile.