giovedì 13 luglio 2017

La distribuzione di energia, dalla centrale al contatore

repubblica.it

Il sistema sempre più intelligente di produzione e distribuzione di energia in Italia, sta rendendo le nostre città sempre più green e partecipi alla lotta contro i cambiamenti climatici

La distribuzione di energia, dalla centrale al contatore

Migliorare il rapporto con l’energia, rendendoci più consapevoli sul risparmio energetico, oggi è una pratica responsabile e virtuosa sempre più adottata nello stile di vita quotidiano, in rispetto dell’ambiente, dei cambiamenti climatici e contenimento dei consumi. Sul piano del risparmio energetico, le nuove tecnologie stanno venendo incontro sia ai produttori che ai consumatori finali di energia con contatori smart, Internet of thing e lo sviluppo di reti di distribuzione intelligenti, le smart grid di cui si sente spesso parlare. Si tratta di una rete composta di tante piccole reti, che permette l’integrazione di energie rinnovabili e lo scambio di informazioni tra produttori e consumatori, con l’obiettivo di gestire con migliore efficienza richiesta e offerta di energia.
La distribuzione di energia, dalla centrale al contatore
Con le smart grid sarà possibile accedere alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con conseguente risparmio sui costi e minore emissione di gas ad effetto serra. La notevole flessibilità della rete, inoltre, consentirà al singolo consumatore di impostare il consumo di energia in base al periodo dell’anno e all’orario della giornata. A livello nazionale, e-distribuzione è la società del Gruppo Enel che si occupa della distribuzione di energia elettrica in Italia utilizzando tecnologie che garantiscono un servizio di elevata qualità, nel pieno rispetto della sicurezza, dell’ambiente e delle comunità.

L’azienda opera in circa 7.500 comuni italiani, gestisce oltre 1,1 milioni di km di rete elettrica di media e bassa tensione dove passano circa 240 TWh di energia che ogni anno viene distribuita nelle aziende e nelle case di 32 milioni di clienti connessi alla rete. Nello specifico e-distribuzione si occupa del collegamento di clienti e produttori alla rete elettrica, della distribuzione, ossia del trasporto dell’energia prelevata e immessa da altre reti e dai clienti e produttori, e dell’attività di misura che comprende oltre all’installazione e alla manutenzione dei contatori la gestione delle misure che vengono messe a disposizione di tutti i venditori, ai fini della fatturazione e degli ulteriori stakeholder previsti dalla normativa.

La distribuzione di energia, dalla centrale al contatore

Quella gestita da e-distribuzione è una rete complessa e capillare che garantisce elevati standard di qualità del servizio e sicurezza della fornitura. “I nostri importanti e continui investimenti hanno l’obiettivo di migliorare i servizi offerti, come dimostra la diffusione dei nuovi contatori elettronici, la telegestione, l’automazione di rete e l’integrazione tra le fonti rinnovabili”, afferma Gianluigi Fioriti, Amministratore Delegato, di e-distribuzione. Si tratta degli elementi che costituiscono la smart grid, la rete intelligente del futuro che permette l’integrazione delle energie rinnovabili e un utilizzo crescente ed efficiente dell’energia elettrica.

Le smart grid rappresentano l’infrastruttura di base delle smart city: le città intelligenti dove i sistemi di trasporto sono elettrici e sostenibili, l’illuminazione pubblica è evoluta, gli edifici sono equipaggiati con sensori e attuatori finalizzati a ottimizzare i consumi energetici e a creare maggiore consapevolezza da parte dei cittadini, fornendo nel contempo maggiori informazioni alle istituzioni per poter disegnare un piano di sviluppo urbano integrato con un piano di sviluppo energetico.

L’elemento portante dello sviluppo digitale della rete elettrica è lo smart meter. E-distribuzione più di quindici anni fa ha avviato l’installazione di oltre 32 milioni di contatori intelligenti in Italia, tecnologia poi esportata in Spagna e successivamente in Romania, Cile, Colombia, Perù e Brasile. Quest’anno e-distribuzione ha avviato un piano di sostituzione dei contatori elettronici di prima generazione con i nuovi contatori intelligenti 2.0. Open Meter.

La distribuzione di energia, dalla centrale al contatore
Centro di addestramento operativo

Ma la tecnologia da sola non è sufficiente: le sfide per la realizzazione di una rete elettrica moderna e sempre più digitale non mancano e per gestire una trasformazione così radicale è necessario avere a disposizione personale altamente preparato e capace di operare in tutti i contesti anche in caso di emergenze, sempre in totale sicurezza. A tale scopo, e-distribuzione ha costituito in ciascuna direzione territoriale di rete, dei Centri di addestramento operativo e dei siti attrezzati dove il personale operativo viene coinvolto in moduli formativi teorici e pratici, condotti da tecnici e capi squadra esperti, con l’obiettivo di incrementare le proprie conoscenze tecniche e le abilità operative.