mercoledì 5 luglio 2017

I nativi americani a colori: i ritratti degli indiani di America di oltre un secolo fa

 corriere.it
di Raffaella Cagnazzo

Immagini in bianco e nero a cui è stato ridato colore e che sembrano prendere vita: sono i ritratti di uomini e donne nativi americani fotografati negli abiti delle loro tribù all’inizio del secolo scorso. In posa o nella vita di tutti i giorni, i nativi sono chiamati con i loro nomi tradizionali

Le immagini «ricolorate»

Le immagini «ricolorate»

Immagini spettacolari che raccontano la storia dei nativi americani e che sono state riportate alla luce e «ricolorate» grazie ad un lavoro svolto dal tecnico francese Frédéric Duriez che ha impiegato due anni per ridare i toni originali alle immagini di oltre cento anni fa.


Peter «l’Alto»

Peter «l’Alto»

Ogni immagine è identificata con il nome dell’indiano ritratto. Nella foto, è ritratto «Peter Mandan l’Alto», nipote di Mandan il Lungo della tribù dei Sioux. La foto risale al 1905


L’indiano con il fucile

L’indiano con il fucile

In questa foto è ritratto Salish della riserva indiana di Flathead, situata nell’ovest dello stato del montana. L’immagine è datata tra il 1905 e il 1907


I costumi tradizionali

I costumi tradizionali

Bellissima nel suo abito tradizionale con un cesto in testa è «Piuma Gialla» della tribù di Maricopa


La stella da sceriffo

La stella da sceriffo

È datata all’anno 1900 questa immagine che ritrae «Uomo Bianco di Ferro» della tribù dei Sioux. L’uomo indossa una camicia e un gilet di lana dove è appuntata una stella da sceriffo. colpisce il suo occhio sinistro cerchiato di rosso


Piede Nero

Piede Nero

Semplicemente «Piede Nero» per questo nativo americano: della foto non ci sono ulteriori dettagli, nè la data della foto nè il nome dell’indiano, solo il nome della tribù cui apparteneva il protagonista dell’immagine


La coppia

La coppia

È datata ancora XIX secolo questa immagine, risalente al 1899: sono ritratti Porrum e Pedro della tribù degli uomini Ute


Le piume arancio

Le piume arancio

Risale ai primi del ‘900 anche questa immagine che ritrae «Aquila Seduta» della tribù Crow


La foto della festa

La foto della festa

Orecchini e collana bianca per «Temporale» della tribù dei Piedi Neri


L’anziano

L’anziano

Risale ai primi anni del 1900 anche questa immagine: l’uomo del ritratto è «Freccia d’Aquila» della tribù dei Siksika nello stato del Montana


I vestiti colorati

I vestiti colorati

Rende il senso della bellezza dei vestiti colorati questa immagine del 1903 che ritrae «Fabbricatore di Frecce» della tribù dei Ojibwe. Q questa foto è stato ‘dato’ il colore già agli inizi del secolo scorso, ben prima dell’avvento della pellicola a colori


Braccio rotto

Braccio rotto

In questa foto un altro anziano indiano nativo d’America: «Braccio Rotto» fotografato nel 1899, della tribù degli Oglala Lakota in California


Ancora un Oglala Lakota

Ancora un Oglala Lakota

In questa immagine è ritratto ancora un nativo americano della tribù Oglala Lakota: in questo caso, però, dello stato della California. «James Alce Solitario» era nipote di «Vecchio Cavallo Americano»


Lo sguardo severo

Lo sguardo severo

Sguardo severo e abbigliamento delle grandi occasioni per questa immagine del 1899 in cui è ritratto «Uomo Grande» della tribù degli Arapaho


Il ciuffo ribelle

Il ciuffo ribelle

Giovane e ribelle: si potrebbe descrivere così questa immagine di «Uccello sulle Terre Alte», il nome dell’indiano nativo ritratto nel 1908. Apparteneva alla tribù dei Crow


Durante le faccende di casa

Durante le faccende di casa

Nelle immagini degli indiani nativi a cui è stato ridato colore, ci sono anche alcune che ritraggono donne e uomini nelle faccende di tutti i giorni. Come in questa foto da cui una donna Navajo sorride sulla porta della sua capanna. L’immagine è del 1929, è stata scattata in Arizona


Il cast di Buffalo Bill e i nativi americani

Il cast di Buffalo Bill e i nativi americani

William F. Cody conosciuto anche come Buffalo Bill posa insieme ai nativi americani: è circa il 1885. Le immagini del leggendario cacciatore statunitense sono state riportate alla vita e ricolorate per commemorare il 130esimo anniversario del loro spettacolo privato per il Giubileo d’Oro della Regina Victoria dove rappresentarono una delle principali attrazioni dell’evento


Buffalo Bill

Buffalo Bill

Ed eccolo Buffalo Bill: prima corriere a cavallo del Pony express, poi arruolato nel Settimo Cavalleggeri del Kansas, quindi guida civile dell’esercito statunitense e infine attore per lo spettacolo circense «Buffalo Bill Wild West Show», da lui stesso ideato e creato


La Regina Vittoria

La Regina Vittoria

Nelle immagini ricolorate dall’artista irlandese Matt Loughrey, c’è anche il ritratto della Regina Vittoria: nel 1889 Londra si animò per celebrare il Giubileo d’oro del suo Regno dove si esibì anche Buffalo Bill con il suo spettacolo


Aquila rotante

Aquila rotante

C’era anche Whirling Hawk della tribù Sioux nel cast selezionato» da Buffalo Bill per lo spettacolo che trovò successo negli Stati Uniti e in Europa e a cui partecipavano veri cowboy e pellerossa.