giovedì 22 giugno 2017

L’iPhone diventerà una cartella clinica elettronica

lastampa.it
enrico forzinetti

Apple vorrebbe trasformare il suo smartphone in un database completo di informazioni sanitarie degli individui, collezionando in un unico luogo referti, esami e prescrizioni mediche



Basta con le cartelline in cui si tiene in modo disordinato la documentazione medica: l’iPhone potrebbe presto diventare il database in cui collezionare versioni digitali di referti, visite, analisi e prescrizioni riguardanti la propria storia clinica. Lo riporta la Cnbc , secondo cui Apple sarebbe al lavoro per trasformare il proprio smartphone nel custode di tutte le informazioni sanitarie degli individui.

Un’idea che andrebbe oltre la semplice registrazione di dati legati al benessere e all’attività fisica della persona, con un obiettivo ben preciso: mettere fine alla frammentazione di queste informazioni che rischiano di andare perse con il passare degli anni. Il tutto nell’ottica di rendere poi disponibile a medici e ospedali il quadro clinico completo della persona, quando necessario.

A confermare l’interesse del colosso di Cupertino verso un progetto di questo tipo ci sono anche i contatti con altri gruppi attivi nel campo sanitario. Tra questi The Argonaut Project, che lavora per realizzare standard comuni per la trattazione di dati sensibili, e The Carin Alliance, che si occupa di aiutare i pazienti a gestire tutte le informazioni mediche.

Non è la prima volta che Apple si impegna nel campo della salute dei propri utenti. Oltre ad aver introdotto l’app Salute dove raccogliere dati su parametri fisici, alimentazione, ciclo delle sonno e attività delle persone, un paio di mesi fa si è diffusa la notizia di un progetto per inserire un sensore per controllare il diabete all’interno dell’Apple Watch.