giovedì 25 maggio 2017

Scoppia la pace tra Apple e Nokia: da avversari a partner

lastampa.it
bruno ruffilli

Chiusa con un accordo la controversia legale sui brevetti: oggi le due aziende annunciano un accordo di collaborazione e i finlandesi volano in Borsa.

Litigano, poi fanno pace, litigano ancora, e alla fine diventano partner. Dopo un primo accordo di qualche anno fa sui brevetti, oggi Nokia e Apple annunciano la risoluzione amichevole di un’altra disputa, sempre in tema di proprietà intellettuale, e chiudono un contenzioso che risale allo scorso dicembre, quando l’azienda finlandese aveva denunciato la violazione di 32 brevetti, stipulando una licenza pluriennale. Nel quadro di un accordo di collaborazione, la multinazionale europea fornirà ora prodotti e servizi legati all’infrastruttura di rete a Cupertino, che continuerà a distribuire attraverso propri negozi (fisici e online) i prodotti di salute digitale di Nokia, presenti in precedenza sotto il marchio Withings, recentemente acquisito dalla casa di Espoo.

I dirigenti delle due aziende inizieranno inoltre a incontrarsi con regolarità, per fare il punto sull’efficacia della collaborazione. «Questo significativo accordo», ha spiegato Maria Varsellona, capo dell’ufficio legale di Nokia, «sposta la nostra relazione con Apple dall’essere avversari in tribunale all’essere partner d’affari che lavorano per il bene dei nostri clienti». A farle eco dall’altra parte dell’Atlantico è Jeff Williams, chief operating officer di Apple: «Siamo contenti per la risoluzione della disputa e non vediamo l’ora di allargare le nostre relazioni di business con Nokia».

Al momento i dettagli relativi all’accordo restano confidenziali, ma un comunicato congiunto segnala che l’azienda finlandese riceverà un anticipo in contanti da parte di Apple, con ricavi aggiuntivi che verranno incassati nell’arco dell’accordo stesso. Già nel 2011 le due società erano arrivate a un’intesa, dopo una battaglia legale sui temi della proprietà intellettuale iniziata nel 2009.

Lo scorso anno Nokia aveva portato in tribunale Apple, accusandola di aver violato decine di brevetti relativi a componenti hardware e software. In risposta, la società californiana l’aveva accusata di aver evitato di inserire alcuni brevetti negli accordi siglati tra le due società, così da obbligare Apple a pagare eventuali diritti per il loro utilizzo.

L’azienda finlandese possiede uno dei più nutriti portafogli brevetti del settore della telefonia mobile. »Siamo felici - commenta il ceo di Nokia, Stephen Elop - che Apple si sia unita al crescente numero delle aziende licenziatarie dei brevetti Nokia. Questo accordo dimostra che Nokia possiede un portafoglio brevetti di primo piano». Nel comunicato congiunto si legge che le due aziende hanno «regolato tutti i loro contenziosi legati alla proprietà intellettuale e hanno firmato un accordo di più anni»: la Borsa sembra apprezzare la pace e spinge il titolo di Nokia, che oggi guadagna il 6,52% e viene scambiato a 5,88 euro.