venerdì 5 maggio 2017

Famiglia rom con 2 milioni di euro (e una pista privata per i cavalli)

corriere.it
Marco Gasperetti

Sequestrati villa, terreni e persino una Jaguar: al fisco non veniva dichiarato nulla. I cavalli partecipavano a gare ufficiali di trotto e spesso le vincevano.



C’era anche una pista privata per allenare una quindicina di cavalli da trotto nel tesoro che la famiglia rom custodiva gelosamente a Borgo a Buggiano, in provincia di Pistoia. E poi, oltre alla villa trasformata in una tenuta, la famiglia era proprietaria di altri sette immobili, sei auto tra le quali una Jaguar di lusso, camper, e una decina di terreni. Valore oltre due milioni di euro. Il patrimonio è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Pistoia per motivi fiscali ma anche perché al centro di complesse indagini della magistratura.

Il proprietario e capofamiglia, V.L., 54 anni di origini rom (la Finanza non ha diffuso le complete generalità del sospettato), è stato condannato in passato per tentato omicidio e denunciato per furto, ricettazione, rapina e porto abusivo di armi. Il provvedimento di sequestro ha raggiunto anche altre quattro persone appartenenti allo stesso nucleo familiare. Secondo gli investigatori le persone inquisite avrebbero dichiarato redditi praticamente vicini allo zero a fronte di un tenore di vita elevato e a un patrimonio che aumentava di anno in anno. I cavalli, quasi tutti di valore, partecipavano a gare ufficiali e spesso vincevano.