domenica 26 marzo 2017

Euro, no euro, neuro

lastampa.it
mattia feltri

L’europeista Emiliano dice che l’europeista Renzi vuole allearsi con l’europeista Berlusconi e gli è intollerabile; lui progetta di allearsi, qui e là, su questa e quella questione, con l’antieuropeista Movimento Cinque Stelle. Non si capisce se su queste basi potrà nascere un governo mentre, su queste basi, vorrebbe farlo nascere l’europeista Bersani, che non vuole allearsi con l’europeista Berlusconi come non voleva nel 2013, quando provò ad allearsi con gli antieuropeisti Cinque Stelle e lì, in diretta streaming, finì la sua carriera politica. Gli subentrò l’europeista Enrico Letta che invece si alleò con l’europeista Berlusconi in nome dell’Europa e ne fece un governo, ma oggi forse non si alleerebbe più e dice di capire l’europeista Bersani che vuole allearsi coi Cinque Stelle, antieuropeisti. 

L’antieuropeista Salvini e l’antieuropeista Meloni vorrebbero allearsi con l’europeista Berlusconi ma temono che lui voglia allearsi con l’europeista Renzi, e siccome sono antieuropeisti chiedono a Berlusconi di giurare (vabbè) e sottoscrivere (vediamo) che non si alleerà mai più con l’europeista Renzi. Al limite, in nome dell’antieuropeismo, proveranno ad allearsi coi Cinque Stelle. I Cinque Stelle però non vogliono allearsi né con Salvini né con Meloni, e nemmeno con Emiliano, e tantomeno con Bersani e figuriamoci con Letta, né con gli europeisti né con gli antieuropeisti. Ecco, tutto questo oggi non raccontiamolo agli europeisti in Campidoglio né agli antieuropeisti in piazza, poverini, che credono di avere le idee chiare.