lunedì 20 febbraio 2017

L’Australia autorizza l’abbattimento controllato di oltre un milione di canguri nel 2017

lastampa.it
fulvio cerutti



Quasi un milione e mezzo di canguri saranno uccisi legalmente quest’anno in Australia. Il piano governativo di abbattimenti controllati, scrive il quotidiano britannico Independent, prevede di ridurre il numero dei marsupiali per evitare danni all’ambiente e alle altre specie animali. Una decisione che ha fatto infuriare gli ambientalisti che temono rischi per la sopravvivenza della specie: «Gli abbattimenti controllati si andranno a sommare alle uccisioni illegali e agli incidenti automobilistici. Saranno milioni e milioni ogni anno gli esemplari uccisi» spiega Brad Smith, segretarrui dell’associazione Upper Hunter Valley Wildlife Aid group.



In Australia le autorità danno ai proprietari terrieri tante etichette quanti sono i canguri che sono autorizzati ad abbattere. Etichetta che deve essere attaccata alla carcassa per certificare che l’abbattimento sia stato legale. Tuttavia gli ambientalisti raccontano: «Spesso gli agricoltori semplicemente sparare per dare i canguri in pasto ai loro cani. È un’attività illegale, ma se avviene sulla proprietà di un contadino, che può accorgersene? Chi andrà a controllare? Ci sono persone che escono fuori di casa e sparano, uccidendone il numero che vogliono».