sabato 11 febbraio 2017

Cnbc: Putin pronto a "regalare" Snowden a Trump

Il Mattino



Il canale tv Cnbc rivela che la Russia sarebbe pronta a rispedire la "talpa" Edward Snowden in America, come "regalo" a Donald Trump. Snowden è stato definito da Trump "una spia e un traditore". Lo specialista di intelligence rivelò al mondo i segreti della National Security Agency nel 2013.Dopo aver consegnato alla stampa migliaia di documenti, Snowden era fuggito a Hong Kong e da lì a Mosca, dove è rimasto, senza poter trovare un passaggio aereo per trasferirsi in uno degli Stati sudamericani che gli avrebbero offerto asilo politico (Ecuador, Nicaragua, Bolivia e Venezuela).

Vladimir Putin stesso ha poi offerto a Snowden asilo, ma a condizione che smettesse di "agire contro gli Stati Uniti" . Snowden è stato incriminato nel giugno del 2013 per aver "comunicato a persone non autorizzate informazioni riguardanti la sicurezza nazionale", cioé è stato incriminato di spionaggio.Nelle ultime settimane della presidenza Obama si era pensato che il presidente potesse dargli la grazia, come ha fatto con il caporale Chelsea Manning, colpevole di aver trasferito nel 2010 a Wikileaks informazioni segrete. Manning tuttavia era stato processato, aveva ammesso la propria colpa, si era detto pentito e aveva scontato sette anni di carcere. 

L'ipotesi di un rientro forzato di Snowden come un favore a Trump viene considerato possibile dagli analisti americani. Sarebbe il coronamento del rapporto che si è creato fra i russi e Donald Trump nel corso della campagna elettorale del 2016. Com'è noto, questa amicizia si è manifestata anche con le interferenze degli hacker russi ai danni dei democratici durante la campagna. Proprio per protesta contro quelle interferenze, nelle ultime settimane della sua presidenza, Barack Obama ha imposto nuove sanzioni contro Mosca.  A quanto pare però, il consigliere per la sicurezza nazionale di Donald Trump, Michael Flynn, aveva convinto l'ambasciatore russo che una volta arrivato Trump i rapporti si sarebbero ammorbiditi, e le sanzioni sarebbero state sollevate. La restituzione di Snowden potrebbe essere un primo passo nella nuova fase "distensiva" fra i due Paesi.