venerdì 27 gennaio 2017

Lo trovano legato in una borsa di plastica, ma la voglia del cane di vivere è più forte della crudeltà

La Stampa
giulia merlo



Era destinato a morire, stretto dalle corde e chiuso in una busta di plastica, poi abbandonato lungo il ciglio di una strada in Transylvania, Romania. Invece, questa cucciola di meticcio bianco è stata salvata.



Quando i suoi soccorritori hanno aperto il sacchetto, hanno trovato una cucciola con una zampa rotta e i vermi che avevano iniziato a divorarle la pelle. La cagnolina stava morendo di fame, era completamente disidratata e aveva anche un brutto trauma cranico. “Probabilmente la piccola ha subito un violento pestaggio e i suoi aguzzini avevano tutta l’intenzione di ucciderla”, ha detto Helen Taylor, del Transylvania Animal Care.



La cagnetta è stata portata d’urgenza al pronto soccorso: i dottori prima hanno curato il trauma cranico, poi hanno tolto le larve. Gli esami hanno dimostrato anche che la cucciola ha anche avuto un infarto a causa delle botte sulla testa, ma è riuscita a sopravvivere. I volontari la hanno chiamata Anora, che in rumeno significa “luce”, in onore della sua voglia di vivere.





I fatti risalgono al luglio scorso, ora Anora è stata trasferita in Gran Bretagna, dove è stata adottata e ora vive con una famiglia che la adora. In pochi mesi, è passata dal non riuscire nemmeno a muoversi ad essere una cagnolina piena di vita, salna e forte. A breve, secondo i medici, riuscirà anche a camminare perfettamente, grazie ad un’operazione alla zampa fratturata.