domenica 1 gennaio 2017

Le 11 fondamentali differenze tra pc e Mac

repubblica.it
Matt Weinberger

Per anni, i Mac e i PC sono rimasti l’un contro l’altro armato in un’epica battaglia.
Con il nuovo anno, alla battaglia si aggiunge un nuovo fronte: il primo desktop di sempre di Microsoft, il Surface Studio, sta per affrontare l’aggiornata linea di  MacBook Pro di Apple, che sfoggia i nuovi controlli Touch Bar. Abbiamo studiato alcune tra le principali differenze oggi tra i Mac e i PC per venirvi in soccorso.

Questo è una versione aggiornata di articoli scritti da Lisa Eadicicco e Kevin Smith.

1 Apple si vanta del proprio design…

Hollis Johnson/Business Insider
Apple passa anni a lavorare sul design dei propri prodotti. La società punta tutto sui dettagli: anche all’interno, i suoi computer sono assemblati splendidamente.
ma Microsoft sta per raggiungerla



Microsoft 
Il Surface Studio PC di Microsoft (sopra) sta guadagnando un sacco di lodi per il suo design innovativo. E anche gli eccellenti tablet Surface Pro 4 e laptop Surface Book di Microsoft sono abbastanza gradevoli alla vista. Inoltre, molti produttori come Dell e Asus si sono ispirati a Microsoft per il design e anno alzato il tiro, lanciando portatili e tablet Windows un po’ più graziosi. Ci sono in giro ancora un sacco di PC Windows inguardabili, a seconda della marca e del modello. Ma finalmente iniziano ad apparire delle vere alternative.

2 Di solito i Mac sono più cari dei PC

REUTERS/Hannibal
 
In media, i Mac tendono a essere nettamente più cari rispetto agli equivalenti PC Windows, anche con specifiche analoghe. I fan sfegatati di Windows la definiscono “tassa Apple”. Fatta eccezione per il Surface Book o per PC di fascia alta da gioco estremo, un portatile Windows medio costa circa 500 Euro. Per fare un raffronto, al momento il portatile MacBook Air è il più economico, con un prezzo che parte da 1.179 Euro. Allo stesso tempo, un portatile Windows 10 può costare anche 150 Euro, una frazione di quanto costa un Mac.

3 Windows è meglio per i videogiocatori incalliti

Kali Muscle/YouTube
 
I videogamer incalliti preferiscono Windows, soprattutto perché i PC sono molto personalizzabili. I giocatori davvero competitivi sono ossessionati da qualsiasi cosa: dalle schede grafiche al processore alla quantità di memoria all’interno dei propri computer, e fanno modifiche continue comprando nuovo hardware per stare al passo. D’altro canto, un semplice aggiornamento di un Mac è quasi impossibile e, a meno che non sborsiate un sacco di soldi per i modelli più potenti, hanno una potenza nettamente inferiore rispetto ai pc Windows da gioco. E soprattutto, anche se il Mac sta diventando una piattaforma da gioco, non può ancora competere con l’ampiezza della selezione di giochi per PC Windows — un retaggio che risale agli anni Novanta.

4 Il servizio clienti Mac è migliore

Un Genius bar in un Apple Store. Greg Andrews/flickr
 
Quando il tuo Mac si rompe, puoi fissare un appuntamento per portarlo al tuo Apple Store, dove uno specialista può aiutarti. Di solito, se il problema è risolvibile in una seduta, non si deve pagare niente. Microsoft ha i propri rivenditori, con le Answer Desk simili ai Genius-Bar. Il servizio clienti ai Microsoft Store è ottimo. Ma, diversamente da Apple, Microsoft non realizza tutti i computer che vende, il che significa che a volte il pc deve essere rispedito al produttore per essere riparato. Inoltre, ci sono meno Microsoft Store rispetto agli Apple Store.

5 I Mac tendono a essere più al sicuro da malware, virus e simili da parte di hacker cattivi

United Artists/MGM
 
Essendoci in giro ancora molti meno Mac che PC, la piattaforma Apple rappresenta semplicemente un obiettivo minore. In alter parole, un hacker può attaccare più computer con uno sforzo minore prendendo di mira Windows. Ma non durerà per sempre; ne è prova il crescente numero di virus apparsi nei Mac negli ultimi anni. Apple è al lavoro per evitarlo dotando le più recenti versioni di macOS, il sistema operativo di Apple per il Mac, di maggiore protezione. E poiché il sistema operativo Apple si basa su Unix, è automaticamente un po’ più sicuro di Windows, secondo Macworld.

6 I due sistemi operativi hanno hanno un look estremamente diverso

L'ultimo macOS Sierra. Florence Fu/Tech Insider
 
Microsoft Windows 10 e Apple macOS sono completamente diversi uno dall’altro. Con Windows 10, Microsoft ha provato a unire la semplicità d’uso di Windows 7 con la semplicità del touchscreen di Windows 8. In generale, funziona. E puoi passare da un desktop tradizionale a un “tablet mode” che ti dà una schermata di app. Il macOS ha una schermata nettamente più pulita. Potresti addirittura avere solo una scrivania, un dock per accedere alle tue applicazioni preferite e una barra degli strumenti in alto.

7 I PC offrono maggiore scelta

Microsoft 
Ci sono molti produttori di PC diversi e quindi molte più opzioni e marchi tra cui scegliere.
Microsoft sarà pure entrata nel settore hardware, ma società come HP, Acer, Lenovo, Dell e molte altre realizzano ancora la grande maggioranza dei PC Windows esistenti, con conseguente varietà di caratteristiche per tutte le tasche e per tutti i gusti. Con Windows 10, Microsoft ha provato a realizzare un sistema operativo che potesse funzionare su portatili, desktops, tablet, smartphone e, eventualmente, sui futuristici occhiali olografici HoloLens. Apple realizza entrambi, l’hardware Mac e il software macOS. Quindi, se vuoi un Mac, devi passare attraverso Apple. Se vuoi entrare davvero nel tecnico, è possibile assemblare il tuo proprio “Hackintosh”, ovvero un PC tradizionale che funziona con un sistema operativo della Apple. Ecco una rapida guida nel caso volessi imparare.

8 Sempre più computer Windows possiedono un touchscreen

Matt Weinberger/Business Insider
 
Dopo Windows 8, Microsoft sta spingendo sui touchscreen come futuro dei PC. Windows 10 segue questo obiettivo e lo porta avanti, rendendolo ancora migliore. Ecco perché molti PC Windows 10 sono dotati di touchscreen, e perché Microsoft sta scommettendo così tanto sul touch con il suoi Surface. Dal canto suo, Apple sostiene che il suo ultimo gigantesco iPad Pro può essere usato anche come portatile. I portatili MacBook e i desktop iMac veri e propri non hanno ancora il touchpad — e, se dobbiamo credere ad Apple, potrebbero non averli mai.

9 Windows funziona sui tablet – non soltanto su portatili e desktop

Getty Images/Andrew Burton
 
Windows 10 è disponibile su dispositivi di tutte le dimensioni, dai computer all-in-one giganti ai portatili, fino ai minuscoli tablet 8”. Se vuoi macOS, è disponibile soltanto per i portatili, i desktop e i computer all-in-one Apple.

10 Se hai deciso di (o devi) cambiare, dovrai abituarti a diverse scorciatoie di tastiera

Melia Robinson/Business Insider
 
Se ti stai per passare da un sistema operativo all’altro, uno dei più ardui ostacoli da superare potrebbe essere l’abituarsi alle diverse scorciatoie di tastiera. Anche fare uno screenshot è diverso per Windows e per Mac. Con Windows 10, basta premere il tasto Windows e il tasto stampa schermo per fare uno screenshot, ma dovrai usare un altro programma, come Paint, per fare lo screenshot di una parte della schermata, a meno che non installi applicazioni separate. Su un Mac, basta premere i tasti Command, Shift, e 4 per fare uno screenshot che ti lascia selezionare qualsiasi cosa vuoi dalla schermata.

11 Mac e iPhone sono la squadre migliore

shutterstock
 
Dato che Apple produce sia iPhone sia Mac, la coppia forma un’ottima squadra.