giovedì 1 dicembre 2016

“Zanardi vota Sì? Pensavo fosse più in gamba”. Polemica sul post di un sindaco livornese

La Stampa



Il sindaco di Suvereto (Livorno) Giuliano Parodi, eletto nel 2014 con la lista civica Assemblea Popolare, aveva pubblicato sul suo profilo Facebook questo messaggio: «Alex Zanardi vota SI? peccato lo facevo più in “gamba”...», seguito da uno “smile”. Esplosa la polemica sul web, il sindaco rimuove quanto postato a proposito dell’ ex pilota e campione paralimpico Alex Zanardi e sulla sua dichiarazione di voto in favore del «Sì» al referendum. 

Il post era stato subissato di critiche, alle quali Parodi aveva inizialmente risposto. Poi erano seguiti insulti e minacce. E non si era fatta attendere la polemica politica che tuttora continua sui social: «Questo è il sindaco di #Suvereto. Fa campagna per il «No» scherzando sull’incidente di Alex Zanardi», aveva rilanciato su Twitter, pubblicando la foto del post, il Pd toscano. Il responsabile organizzazione del quale, Antonio Mazzeo, aveva “rincarato” la dose: «Lui è il sindaco di Suvereto. Dopo le scrofe e i serial killer questo è il livello a cui è giunta la campagna per il No. Noi stiamo al merito, sempre».