lunedì 12 dicembre 2016

Un cane abbandonato sotto la pioggia è troppo spaventato anche per muoversi

La Stampa
cristina insalaco



Lei si chiama Valinda Cortez: «Sembrava che avesse rinunciato a tutto - dice - era il ritratto della disperazione. L’ho trovata davanti a un negozio e nel vederla in quelle condizioni mi si è spezzato il cuore». Così Valinda l’ha riparata dal freddo con una coperta rossa. «E l’animale non ha fatto nulla neanche in quel caso, non si è mossa - prosegue -. E’ rimasta ferma nella sua posizione. Era terrorizzata, e ho provato per lei una tenerezza infinita».



La signora aveva deciso di aiutarla. Ma in un primo momento non sapeva come. Così è rimasta per un’ora in quel parcheggio accanto a lei. «Ho pensato che fosse l’unico modo per guadagnarmi la sua fiducia», prosegue. E così è stato. Il cane, nel vederla al suo fianco con i capelli inzuppati, ha iniziato a fidarsi di lei. E’ stato a quel punto che Valinda Cortez ha chiamato una sua amica, Sue Massi, che è una volontaria che si occupa di recuperare i randagi locali.



Il quattro zampe è stato così portato in un rifugio locale: «E mi auguro che nonostante i suoi traumi e l’abbandono dei suoi precedenti proprietari, l’animale - che ha rischiato di essere investito da un’auto, continui ad amare gli esseri umani». Adesso Cassie, così è stata chiamata, è in cerca di una famiglia che la voglia adottare, salvandogli una seconda volta la vita.