venerdì 30 dicembre 2016

La fine del mondo è vicina: Microsoft collabora con i concorrenti! Google, Apple, Samsung e perfino Linux

repubblica.it
Matt Weinberger

Se pensate che il 2016 sia stato anno bizzarro, un altro avvenimento conferma che sta per arrivare la fine del mondo: la Microsoft sta collaborando con Google, Apple, Samsung e addirittura ha aperto al sistema operativo gratuito Linux. Roba mai successa prima!


Il CEO di Microsoft Satya Nadella (Microsoft)
Eccovi un breve resoconto delle novità annunciate all’evento per programmatori Microsoft Connect:
  • Microsoft entrerà a far parte della Linux Foundation, fondazione che promuove lo sviluppo di Linux, il sistema operativo gratuito. La Microsoft ha trascorso gran parte degli anni novanta in un’aspra competizione con Linux, considerato una minaccia al predominio di Windows: va da sé, dunque, che questo annuncio sia a dir poco degno di nota. 
  • Google sta per unirsi al comitato direttivo della .NET Foundation, una società indipendente e senza scopo di lucro, fondata dalla Microsoft nel 2014 al fine di supervisionare la comunità sul .NET Programming Framework, quell’insieme molto diffuso di tecnologie per la creazione di software, in particolare di programmi per le aziende e per il web.
  • Samsung sta collaborando con Microsoft per consentire ai programmatori di utilizzare .NET per sviluppare applicazioni per il sistema operativo Tizen, diffuso sugli smart TV di Samsung e su altri dispositivi creati dall’azienda sud-coreana.
  • In ultimo, ma non meno importante, Microsoft sta lavorando al lancio di una nuova versione di Visual Studio per Mac. La notizia è stata rivelata dalla Microsoft attraverso un post pubblicato per errore sul suo blog prima del tempo.
Julia Liuson, Vicepresidente Corporate della divisione Sviluppatori, ha affermato che da quando l’azienda ha promosso l’apertura alle tecnologie open source e ha adottato un atteggiamento più tollerante verso i partner, ha convertito anche i clienti più scettici, che prima di allora non avrebbero nemmeno preso in considerazione i prodotti Microsoft. “Abbiamo sempre più sostenitori in ogni parte del mondo”, ha dichiarato Liuson.


Scott Guthrie, Vicepresidente Executive di Microsoft Clouds and Enterprise (Microsoft)

Per esempio, ha aggiunto, un team di Google sta utilizzando Visual Studio Code, l’editor gratuito di Microsoft, per il potenziamento del browser Chrome. Queste azioni fanno crescere sempre più la reputazione di Microsoft, dal momento che è Google a dettare le tendenze tra i programmatori della Silicon Valley. L’obiettivo dell’azienda è di migliorare la propria immagine tra i programmatori e solidificare tale immagine attraverso delle partnership formali e durature.
“Meglio di quello che sembra”
Prediamo un altro esempio relativo a Google: Liuson ha affermato che la squadra che lavora alla piattaforma di Google Cloud ha dato una mano a Microsoft per quanto riguarda gli interrogativi legati a .NET per consentire ai suoi clienti di utilizzarla per la creazione di software. Attualmente, Google sta aiutando gli amministratori di quello che sarà .NET, per apportare miglioramenti a beneficio dei clienti di entrambe le aziende. “Stiamo davvero costruendo uno degli ecosistemi più grandi e più solidi, ” ha dichiarato Liuson.

Allo stesso modo, negli ultimi anni, Microsoft ha utilizzato molto volentieri l’immagine del CEO Satya Nadella, il quale ha dichiarato il suo amore per il sistema operativo Linux, come si vede nella prima foto. Sebbene Linux non sia mai stato in grado di competere con Windows e Mac per quanto riguarda l’utilizzo su computer, rimane il sistema operativo utilizzato su milioni di server nel mondo e Microsoft lo supporta nel suo Azure cloud con entusiasmo.


Miguel de Icaza, co-fondatore di Xamarin, sul palco del Microsoft Build nel 2014 (Xamarin)

Diventare parte della Linux Foundation è prova di amore vero e contribuisce a dare credibilità all’impegno di Microsoft a supporto di Linux.

“È anche meglio di quello che sembra”, ha affermato Liuson.

In quest’ottica, Visual Studio per Mac, basato in gran parte su Xamarin Studio, acquistato da Microsoft all’inizio di quest’anno, è una mossa per strizzare l’occhio a quei tanti programmatori che utilizzano principalmente i computer Mac ma che potrebbero trarre dei benefici dall’utilizzo delle tecnologie Microsoft.

Insomma, Microsoft sta dimostrando di voler lavorare con i concorrenti e con le loro piattaforme se questo rende felici gli sviluppatori, poiché sono proprio loro i clienti più importanti dell’azienda. Se questi clienti sono contenti, allora saranno ancora più disposti a usare i prodotti Microsoft e l’azienda, attraverso questi annunci, si impegna a operare con correttezza.