mercoledì 26 ottobre 2016

Una cassetta postale d'oro è la nuova attrazione turistica di Taipei

La Stampa
noemi penna



Una cassetta "d'oro", di fronte all'ufficio postale di Jinguashi, a New Taipei City, è diventata un'attrazione turistica. Un vanto per il quartiere e un gettonatissimo punto fotografico anche per i turisti stranieri che viaggiano attorno alla zona costiera nord-orientale dell'isola di Taiwan.
L'ufficio postale si trova all'interno del Museo dell'oro di New Taipei City, che espone i cimeli del prospero passato minerario taiwanese. La buca delle lettere ha la forma di un carro da miniera e, sul coperchio, un lingotto d'oro in stile Paperon del Paperoni: non è realmente placcato in oro, ma fa comunque la sua figura.



Lin Chun-ya, dirigente del museo, ha dichiarato che «i turisti stranieri, molti dei quali provengono dall'Europa, fanno la fila per farsi fotografie davanti alla casella d'oro». Ad amarla particolarmente sono i viaggiatori della Corea del Sud, che raggiungono l'ufficio postale anche solo per un selfie, sia dal centro di Jinguashi che dalla vicina città di Jiufen. A sostituirsi alle guide turistiche sono anche i tassisti, che ora consigliano ai viaggiatori una tappa al Museo dell'oro, o almeno al suo esterno. 



«Non è una sorpresa che questa cassetta postale sia stata inserita nella lista dei luoghi da visitare turisti», ha aggiunto Lin. Il Museo dell'oro ha aperto nel 2004 e in questi anni ha lanciato due serie di collezioni speciali con annullo postale dedicato alla catena montuosa della zona, nonché uno in foglia d'oro. E l'iniziativa ha scatenato un'ondata di passione filatelica a Taiwan. In questo periodo, per celebrare il 120° anniversario della fondazione del Chunghwa Post, la società postale locale, l'ufficio di Jinguashi ha realizzato delle speciali cartoline gratuite, che stanno andando a ruba.