martedì 11 ottobre 2016

Un italiano su quattro fa acquisti con smartphone e tablet

La Stampa
sara iacomussi

La ricerca di Nielsen rivela che l’Italia è indietro rispetto a Europa e al resto del mondo



Un italiano su quattro fa acquisti tramite smartphone o tablet. È quanto emerge dall’indagine di Nielsen Mobile Ecosystem Survey, che ha effettuato una raccolta dati prendendo a campione 30 mila possessori di apparecchi mobile in 63 paesi, tra cui l’Italia, negli ultimi sei mesi. Non si tratta di una semplice compravendita on line: il 74% dei consumatori a livello globale sottolinea, infatti, la possibilità di essere connessi sempre e in ogni luogo, fattore determinante e che rende unico l’acquisto tramite mobile.

La Penisola è piuttosto indietro rispetto al resto del mondo: in Europa i numeri aumentano fino al 32%, mentre sale al 38% la percentuale mondiale. In prima fila i paesi emergenti: India (46%), Indonesia (37%), Messico (34%) e Turchia (34%) sono i campioni dell’acquisto tramite mobile. Il limite principale per la diffusione del sistema di pagamento è la preoccupazione per come viene gestito il passaggio di denaro: il 35% degli italiani non intende passare al mobile per questo motivo. Preoccupazione condivisa anche dai consumatori europei (46%) e nel resto dei Paesi su scala mondiale (53%).

In Italia è, però, previsto uno sviluppo del mobile-only banking, le banche che offrono servizi unicamente tramite mobile. Sono, infatti, 29,7 milioni i possessori di smartphone, mentre quelli di tablet sono 11,6 milioni. Attualmente solo un decimo (il 9%) degli intervistati dichiara di avere eseguito o ricevuto pagamenti in modalità Peer-to- Peer, vale a dire da smartphone a smartphone o pc. Numeri che vengono sorpassati in Europa (19%) e nel mondo (28%). Il 71% del campione dichiara anche di accompagnare le diverse fasi dello shopping facendo uso del proprio smartphone. In particolare, il 40% ricerca attraverso il proprio cellulare informazioni su prodotti e servizi (media Europa 44%), il 36% compara i prezzi (Europa 41%), il 30% (vs 32%) gli intervistati che ricercano promozioni o coupon (vs. 32%).

Si calcola che nei prossimi 10 anni la modalità mobile possa generare un giro d’affari pari a 10 trilioni di dollari: «Ottimizzare l’esperienza del mobile – ha dichiarato l’amministratore delegato di Nielsen Gianni Fantasia - costituisce la sfida più importante per ogni strategia di e-commerce, grazie alla facilità d’uso, alla convenienza, all’accesso ad un assortimento rilevante, all’abbattimento dei tempi di evasione delle transazioni, e a un linguaggio comune delle piattaforme tecnologiche».