venerdì 21 ottobre 2016

Tacchi alti: svelata la formula per capire quali portare

La Stampa
livia fabietti

Il sogno di ogni donna è spesso anche il più grande incubo. Ecco come scegliere il modello che non nuoce alla salute

Tacchi alti

I tacchi alti sono croce e delizia di ogni donna. Sinonimo di femminilità e sensualità, queste scarpe però, oltre ad essere belle, sono anche rischiose. Altezze vertiginose, indossate per un arco di tempo prolungato, creano grandi scompensi al fisico.

Tacchi alti?  Occhio a quali scegliere
Sfoggiare calzature con i tacchi deve essere fatto con condizione di causa. A fornire preziosi consigli in merito è la podologa britannica Emma Supple che, intervistata dal Daily Mail, ha rivelato piccole perle di saggezza. Seguendo tre semplici regole è infatti possibile, a suo avviso, capire quali scarpe, una volta indossate, non costringeranno a misurarsi con vesciche e ferite di varia natura.
Ogni donna è diversa quindi, secondo la Supple, tutto dipenderebbe dalla forma del piede.

Ognuna dovrebbe dunque calcolare l’altezza del tallone perfetto (PHH). Non si tratta di un complesso calcolo matematico, bastano una manciata di minuti. Secondo Emma, la misura si basa sulla flessibilità dell’astragalo, un osso che collega il piede alla gamba e che ne determina la mobilità. “Se il tallone si inclina verso il basso quando si sta tenendo la gamba verso l’esterno assumendo una posa rilassata, allora avete una grande mobilità il che vi permette di indossare i tacchi alti con facilità” – ha rivelato al Daily Mail.
Come misurare il Phh
Vediamo come funziona. In primis bisogna togliersi le scarpe, sedersi e tenere la gamba dritta e il piede rilassato. Se la parte superiore del piede cade in avanti, quasi proseguendo la linea della gamba, siete delle portatrici di tacchi naturali. Se il piede risulta invece ad angolo retto, allora portare i tacchi risulterà piuttosto complesso. Per trovare la giusta altezza del tacco è bene avvalersi di un metro che, dal tallone arriva al cuscinetto plantare. In quella distanza è scritto il proprio PHH, ovvero l’altezza del tacco che fa per voi.