venerdì 14 ottobre 2016

Prima il volo, poi il canto: così gli uccelli nella preistoria

repubblica.it
di ANNA LISA BONFRANCESCHI

Ritrovato in Antartide il più antico fossile di siringe, l'organo vocale degli uccelli cui si devono semplici richiami o complesse vocalizzazioni. E probabilmente comparve dopo l'adattamento al volo

Prima il volo, poi il canto: così gli uccelli nella preistoria

ERA NASCOSTO in una roccia nell'isola Vega, in Antartide, il fossile di un antichissimo uccello che getta luce sull'evoluzione delle straordinarie abilità vocali dei volatili. Perché quel fossile, presentato oggi sulle pagine di Nature, è la più antica testimonianza mai ritrovata della siringe, l'organo vocale degli uccelli, e risale a un periodo compreso tra i 66 e i 68 milioni di anni fa. Prima cioè dell'estinzione di massa che 65 milioni di anni fa spazzò via gran parte delle specie viventi, dinosauri inclusi, considerati oggi antenati degli uccelli stessi.

Il ritrovamento di una siringe vecchia di decine di milioni di anni è di per sé una scoperta. Infatti, malgrado l'elevato numero di fossili di uccelli rinvenuti dai paleontologi, di resti che possano raccontare l'evoluzione dei comportamenti dei volatili abbiamo ben poco. La siringe - cui sono legate le abilità vocali degli uccelli, grazie a membrane vibranti, simili alle nostre corde vocali, attaccate agli anelli di cartilagine che la costituiscono - colma proprio quel vuoto, finora abitato solo da fossili più giovani. Ma cosa raccontano questi anelli di cartilagine fossilizzati?

Per scoprirlo Julia Clarke della University of Texas e il suo team di ricerca hanno analizzato la struttura tridimensionale della siringe utilizzando i dati ottenuti da tomografia computerizzata a raggi x confrontandoli con quelli ottenuti da fossili più giovani e da uccelli moderni viventi. Gli scienziati sono così stati in grado di osservare che la siringe in questione apparteneva a un uccello (ribattezzato, in onore dell'isola, Vegavis iaai) con caratteristiche simili a quelle di anatre e oche, azzardando anche che i suoni prodotti dovevano essere simili.

Finora nei dinosauri erano state rinvenute alcune caratteristiche tipicamente aviarie, come le piume, ma non altre, quali strutture anatomiche come la siringe; perché non è chiaro. Potrebbe trattarsi di una lacuna nei fossili, ma forse, azzardano oggi i ricercatori, la spiegazione è un'altra: la complessa struttura della siringe potrebbe essere una caratteristica comparsa relativamente tardi nell'evoluzione degli uccelli, rispetto alle piume o al volo.

Spingendosi oltre, concludono gli autori, se davvero la siringe e quindi le vocalizzazioni sono stati un'innovazione relativamente recente, in tempi più antichi il ruolo per la selezione sessuale - oggi svolta per molti uccelli dai canti di corteggiamento - spettava soprattutto ai segnali visivi, come gli ornamenti delle piume.