mercoledì 12 ottobre 2016

Il visore Gear VR non funzionerà più con i Galaxy Note 7

La Stampa
dario marchetti

Dopo la lunga scia di problemi legati al telefono “esplosivo” di Samsung, Oculus elimina il supporto al Note 7 dal suo visore per smartphone. Che continuerà a funzionare con gli altri modelli



Nella spinosa vicenda degli smartphone Galaxy Note 7, un po’ troppo inclini a prendere fuoco o, peggio, creare piccole esplosioni, Samsung non è l’unica azienda a dover essere prudente. Perché i telefoni coreani sono parte fondamentale dei visori Gear VR, realizzati in collaborazione con Oculus e, di conseguenza, con Facebook.

Per questo da ora in poi i modelli più recenti dei visori Gear VR non saranno più utilizzabili con un Note 7: inserendo lo smartphone negli “occhialoni” per realtà virtuale, gli utenti saranno accolti non più dalla schermata dell’app Oculus, bensì da un messaggio che avvisa come “fino a data da destinarsi, i dispositivi Galaxy Note 7 non sono da considerare compatibili con Gear VR”. Una mossa saggia e prudente, visto che se uno smartphone “esplosivo” è pericoloso da tenere in tasca (o a bordo di un aereo), averlo a pochi centimetri dal volto è ancora più rischioso.

Come riportato di recente, Samsung ha comunque sospeso la produzione del telefono, invitato tutti i possessori a tenerlo spento e attivare una procedura di sostituzione o rimborso. E i visori Gear VR continueranno a funzionare regolarmente con gli altri modelli Samsung come Galaxy S7 ed S7 Edge, S6 ed S6 Edge e Note 5.