lunedì 2 febbraio 2009

Stupro di Guidonia: Le Email ricevute da Rita Bernardini dopo la visita ispettiva al carcere di Rebibbia

Iniziamo la pubblicazione delle email ricevute e dei commenti raccolti; al più presto seguirà altro materiale.




non pubblichiamo gli indirizzi email per il rispetto della normativa sulla privacy pubblichiamo con nome e cognome del mittente le email che sono giunte firmate, in ossequio al diritto di cronaca per le email che sono giunte da indirizzi email falsi al fine di evitare la identificazione, le pubblichiamo, riservandoci, nel caso in cui decidessimo di adire le vie legali, di rintracciare, tramite la polizia postale, l'indirizzo IP di provenienza


buonasera,
ho avuto modo di leggere parte dell'intervista sul corriere e soprattutto questa parte mi è rimasta "dentro"
.....riteniamo che la forza e la credibilità delle istituzioni risieda nel rispetto più rigoroso della legalità e del rispetto dei diritti umani delle persone accusate......
ma secondo lei quelle "persone" hanno avuto rispetto delle persone aggredite?
hanno sbagliato?
devo pagare!
se fosse successo ai suoi figli?

ma perchè voi radicali vi preoccupate tanto degli stupratori? ma non avete un cazzo di meglio da fare? con tutta la brava gente disperata che c'è in questo paese? ma andate a lavorare!
volevo vedere se violentavano te per cinque ore, troia di una parlamentare paraculata

Speravi che i sei romeni violentassero te....
Li sei andata a trovare in carcere e poverini sono stati picchiati... Ma Vaffanculo!!!

Egr. Onorovole,
mi chiamo Mauro Lelli, ho 44 anni sono sposato con 2 figli di 5 e 7 anni, sono un lavoratore dipendente e mia moglie lavora 20 ore alla settimana, per farla breve siamo una famiglia come tante in Italia.
Mi sono permesso di scrivere queste 2 righe perchè non capiamo il motivo di tanta indignazione dopo la visita a rebibbia dei rumeni accusati dello stupro di guidonia.
Ma Lei e il suo amico d'elia andate mai a trovare le vittime di questi signori ?
Andate mai a trovare i famigliari dei morti sul lavoro?
Andate mai a trovare i famigliari dei morti sotto le frane di questi giorni, frane dovute all'incuria dello stato ?
Andate mai fuori dalle fabbriche a chiedere come si fà a campare con €1.000 al mese?
Le faccio presente che i romeni qualora fossero condannati, è stata una loro libera scelta di delinquere, nessuno li a costretti a compiere uno degli atti + vili che l'uomo possa fare.
Io le suggerisco di essere vicino alla gente che tutti giorni lavora, mette al mondo dei figli, paga le tasse e poi alla sera và a casa a vedere il telegiornale e sente che i parlamentari presentano un'interrogazione perchè un'accusato di stupro ha un occhio nero.
La gente normale ormai è stanca !!!!!!
Siamo stanchi di una classe politica che è lontano anni luce da chi tiene in piedi il Paese.
Un Cordiale Saluto e Buon Lavoro

ho letto della sua visita ai romeni in cella per lo stupro di Guidonia.Davvero commosso.Ma perchè non è invece andata a trovare la ragazza e il suo compagno?Quelli non sono stati picchiati e seviziati vero????Quando leggo queste attività da parte di certi politici strapagati provo orrore e vergogna di essere italiano e di contribuire al loro sostentamento.Questa è una delle tante ragioni per cui dopo anni di militanza e affezione al PD non lo voterò mai più........................pensate un po' di più alle vittime invece che sostenere i carnefici in nome dei Diritti umani?????Ma state scherzando????L?Italia non ha abbastanza problemi per cui un parlamentare si può occupare serenamente di.......................far visita a presunti delinquenti stupratori per portarvi solidarietà.Spero che tale solidarietà,a questi tizi, gliela diano gli altri detenuti,altro che stato di diritto:indulti,sconti,blablabla............................ma per piacere..........................che schifo

Perchè non vai a visitare la ragazza violentata e la sua famiglia.
Sai cosa vuol dire essere così selvaggiamente violentata ?
___
Peccato che nella vita non si possono avere certe riprove, ma non dispero! Chissà se dovessero capitare le stesse cose a chi sostiene di non toccare Caino, cosa succederebbe se chiuso questo/i in una ampia cella con la vittima e i suoi parenti, che fine farebbe il suddetto fratello di Abele

Maurizio
Gentile Sig. Balducci,
se dobbiamo parlare di zavorra questa è costituita soprattutto da coloro che non hanno alcun rispetto della legalità. In Italia, non esiste ancora una legge che sancisca che gli arrestati debbano essere presi ripetutamente a calci e a pugni qualsiasi delitto abbiano commesso. Chi ritiene, invece, che una legge così debba essere approvata, deve avere l'onestà di proporla. Io, da radicale, ho sempre pensato che uno Stato non si deve porre allo stesso livello dei criminali che deve combattere.
Cordiali saluti

Rita Bernardini
Vede Onorevole, troppi casi avvengono in Italia di ingiustizie e democrazia calpestata a danno del cittadino e, se vogliamo approfondire sulla zavorra mi scusi ma dovrei affittare un Angar per metterci l'intero Parlamento, senza escludere nessun Colle. Ad esempio e potrei citargliene tantissime, voi radicali non v'incatenate o digiunate mai per:
abolire certe caste e ne abbiamo;
Costituzione aggirata, vedi le quattro cariche intoccabili del nodo Alfano;
stipendi parlamentari maggiori del 40% della media europea e loro privilegi;
legge elettorale che non da modo al cittadino di scegliere la persona;
sull'affossamento della scuola primaria che produrrà 80 mila disoccupati;
sull'obsoleta macchina giudiziaria che si basa sulla discrezionalità dei giudici;
sulle liberalizzazioni varie dove poi sempre cartello fanno gli interessati (banche, petrolieri per citarne solo due:
sul finanziamento ai partiti e hai media. (ricordo radio radicale quando si arrabbiò)
In connclusione, fermo restando le cose buone da voi fatte su aborto e divorzio, vi ho visto solo andare sempre nelle carceri, contro la caccia, difendere Caino, chi pippa e sventolare bustine a favore di chi ne fa un proprio uso e consumo.
Cordialmente
M. Balducci

fai veramente schifo, ti auguro di essere stuprata da un branco di merde come quelle li, ma magari ti piace perche a quanto sei brutta e fai schifo non ti scopa nessuno troia del cazzo, ti auguro pure che ti venga un tumore al cervello (se possibile visto che materia grigia non ne hai molta), e che te ne vada quanto prima tra atroci sofferenze, pregheremo tutti perchè tu muoia.
crepa puttana di merda

Ho appena letto le sue dichiarazioni sui rumeni di guidonia. Sono stupefatto!
In Italia si continua ad aiutare queste "bestie" (e mi scuso con il mondo animale per il paragone!), e ceracre di capire il perche' del loro comportamento...
capire che cosa??? che non rispettano le nostre liberta? che non vogliono accettare il nostro stile di vita??
Le donne devono essere libere di portare le minigonne, di poter camminare di sera da sole senza paura di essere stuprate.
Come si fa a votare a sinistra sapendo che voi stessi non proteggete i vostri cittadinia. Sono stanco, siamo tutti stanchi di questo buonismo. Basta! basta con il finto buonismo
basta con gli aiuti a queste persone. Parlare di maltrattamenti verso persone che fanno dello strupro, del delitto e delle rapine il loro pane quotidiano e' un insulto alle forze dell'ordine, alle vittime ed allo stato di cui lei e' rappresentante. Dovreste imparare ad avere piu' rispetto per le vittime, perche' un giorno la marea di degrado che attanaglia i quartieri periferici arrivera' anche sotto i vostri occhi.
Fuori i delinquenti stranieri dall'italia! Fuori dai nostri confini!
Giambattista Selvaggi

Ho ascoltato al tg la notizia della visita da Lei effettuata in carcere ai presunti violentatori e rapinatori rumeni di Guidonia.
Per prima cosa vorrei chiederLe se ha avuto lo stesso gentile pensiero nei confronti della ragazza che ha subito violenza, in caso affermativo, la notizia mi è sfuggita e me ne scuso.
Fermo restando che il rispetto dei diritti umani da parte delle istituzioni non debba mai essere violato, mi permetto qualche osservazione. Leggendo la dichiarazione da Lei rilasciata in data odierna e pubblicata sul sito del partito radicale, emerge che non vi è alcuna certezza che gli accusati abbiano realmente subito violenza da parte della forze dell'ordine. E, nel caso l'abbiano subita, mi chiedo perchè non sporgano denuncia.
Leggo invece sul sito dell'agenzia ANSA che Lei avrebbe dichiarato: " Il romeno che dice di essersi picchiato da solo, ha precisato la parlamentare, "non riesce a mangiare, è disperato e piange in continuazione. Un altro, che non parla una parola di italiano, deglutisce in continuazione, si vede che sono tutti terrorizzati. Quelli che parlano italiano ci hanno spiegato che in caserma erano in sei celle diverse e ogni tanto qualcuno entrava e li picchiava".
Sinceramente le lacrime dei personaggi cui Lei, tanto cristianamente è andata a visitare, non hanno su di me lo stesso effetto di quelle della ragazza violentata e della sua famiglia.
La invidio, signora Bernardini, per la forza con la quale "si sforza di sentire addosso il ruolo istituzionale" che le consente di trovare il coraggio, come donna, di guardare negli occhi, dialogare e tutelare esseri accusati di un così odioso crimine.
Questo è quanto la mia coscienza e ripugnanza verso uomini simili, voleva farLe sapere.
Distinti saluti.
Anna Rivarola – Genova

Salve, Le vorrei dimostrare tutto il mio disappunto per la solidarietà che ha
provato per quei romeni che hanno stuprato quella povera ragazza di Guidonia.
Mi stupisco, anche del fatto che Lei essendo donna, non sia sensibile al tema
della sicurezza e sulla violenza sulle donne.
Infine tra l'altro, se fosse vero che gli agenti avessero picchiato quei
criminali, non posso che appoggiare il loro operato. C'è bisogno di sicurezza
in Italia, perchè grazie all'entrata di questi criminali, l'Italia si è
rovinata, ed è giusto che gli stupratori vengano puniti in modo esemplare, a
partire dall'arresto sino all'ultimo dei loro giorni in carcere.
Tra un pò sarò padre di una bambina, e se quella fosse stata mia figlia, non
so quali reazioni potrei avere se avessi inontrato quelle bestie.
Distinti saluti

Carissima deputata sono meravigliato della sua visita ai poveri romeni stupratori, non le sembrava il caso forse di visitare prima la donna stuprata e il suo ragazzo ?
Forse questi maledetti carnefici hanno avuto pietà della donna.
Hanno forse accarezzato il suo uomo
Mi faccia il piacere rimanga a casa la prossima volta
Viva i carabinieri e le forze dell'ordine
daniele frigo

Lei e d'elia avete visitato in carcere quelle belve che hanno percosso e stuprato vigliaccamente a turno una donna inerme? Siete per caso andati a trovare la vittima della loro animalesca furia?Non mi risulta..VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!Lei e' indegna di partecipare ad ogni manifestazione contro la violenza alle donne,e di dire una sola parola sull'argomento:STATE DALLA PARTE DEL CRIMINE,E'UN DATO DI FATTO!
SPERO CAPITI A LEI CIO' CHE E'CAPITATO A QUELLA POVERA RAGAZZA,POI VORREI VEDERE I PRINCIPI,I VALORI E I DIRITTI UMANI....CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!
Francesco Sottile

mi vergogno di essere italiano.

Gentile parlamentare credo che in uno stato di NON DIRITTO come l'Italia, dove 2 giorni dopo aver stuprato una ragazza si puo' ottenere gli arresti domiciliari, sia per lo meno auspicabile che gli agenti di polizia malmenino i 6 romeni. Credo anche che invece di occuparsi del trattamento che hanno avuto i 6 stupratori in cella, sarebbe MOLTO piu' utile per l'intero stato che lei insieme ai suoi colleghi proponiate una legge che scoraggi lo stupro e che punisca seriamente chi commette questo o altri reati.
Cordiali saluti
Botti Matteo

Prima di dire tutte le cazzate che hai dichiarato, hai pensato a quanto fosse stata impaurita la ragazza brutalmente stuprata? Sono stati pestati, bene peggio gli deve succedere! E' grazie al vostro buonismo e alle leggi del cazzo vigenti nel nostro paese che tutti i delinquenti stranieri vengono in Italia a fare i loro comodi, così come da loro stesso dichiarato, in quanto se avessero commesso tali reati nel loro paese, avrebbero buttato via la chiave, mentre in Italia ci sono i parlamentari deficienti come te che vanno a trovarli e dichiarano " poverini erano spaventati etc. etc." Distintamante la saluto mandandola a fare in culo.

Sono profondamente disgustato da quello che ho letto sul "Corriere della sera" On Line.
Come Cittadino italiano ed europeo, mi vergogno di essere rappresentato da persone come lei
cara Onorevole,
Le nostre istituzioni già garantiscono professionalità e rispeto per coloro i quali commettono reati.
Invece di strumentalizzare questa vicenda andando a trovare in carcere quei viscidi criminali
di una indiscussa bassezza morale e cattiveria (perchè bisogna essere proprio cattivi nell'anima per commettere quel crimine con quelle modalità), perche non si degnava di visitare le caserme dei Carabinieri o della Polizzia e vedere in che condizioni operano, quanti di loro vanno di pattuglia.
Con questo voglio dire che qualche controllo in più non guasterebbe.
Si ricordi che è grazie a gente come lei, che prende 20.000 euro al mese, completamente dissociata dalla realtà, imbottita di buonismo, che siamo governati dai leghisti!
Si vergogni.

Brutta bastarda!! come ti permetti di voler indagare quei carabinieri che han maltratto quei rumeni??? Non t vergogni?? o t fai vedere con queste sciokkezze giusto x fare scena......miserabile,,,...vergognatio....con il casino ke c'è in italia dal punto di vista della giustizia, tu ti permetti di far ulteriormente l'eccessiiva garantista?? bastarda....t godi i soldi rubati e dici ste cazzate.....se hai le palle rispondi....se vieni in Sardegna, giuro su Dio ke verro' a "trovarti" nel comizio.....ti odio...in qualke modo le devi pagare queste uscite che fai...verra' il momento che gli italiani si ribelleranno a queste delinquenze e si faranno giustizia da soli....e solo allora avrai paura e eviterai di dire queste cose...miserabile....t odio
­­­
Con tutti i poveri cristi che sono in carcere e che meriterebbero attenzione e solidarietà lei va a trovare quelle belve infami respondabili di uno dei reati più schifosi.
spero proprio ci pensino i detenuti a far giustizia di quelle carogne umane.
quando si guarda allo specchio non prova un senso di VERGOGNA?

Buongiorno sig.ra Bernardini,
in merito all'articolo letto su Repubblica inerente i fatti di guidonia le invio questa lettera:
lei si preoccupa tanto per i vari "caini", trascurando i tanti "abele" che vengono violentati e umiliati per il resto della loro vita da questi incivili e barbari che tra l'altro mi risulta che abbiano resistito all'arresto anche ferendo i militari.
Le posso dire che in uno stato civile dovrebbe succedere che questi malviventi ricevano la punizione adeguata e non che vengano tutelati dai vari parlamentari di turno che invece di fare leggi piu severe contro queste bestie, li vanno a difendere in carcere, evidentemente non ha mai avuto a che fare con questi delinquenti.
Bene io farei questo invece, niente punizioni tanto in italia tra un anno saranno fuori, bensi li darei ai genitori dei ragazzi coinvolti, e allora in quel caso ci sarebbe la giusta punizione.
Esprimo massima solidarietà ai carabinieri che lei vuole infangare.
Cordialmenate,
Alessandro.

Egregia signora,sono napoletano (le lascio immagginare a che livelli di pregiudizi sono abituato)e vivo ad Avellino.Una città che lei conosce bene per la storia della denuncia che le fecero le autorità giudiziarie(mentre le stesse osservano passivamente ad un numero imprecisato di abusi di potere,evasione fiscale e isterici cenni di xenofobia di (per così dire)pezzi della società irpina ai danni di cittadini rumeni).E' evidente che Guidonia rappresenta un momento molto critico,uno scollamento di rancori e odio di derelitti nei confrontidi status simbol della città in cui vivono e dove è più evidente la diffidenza nei loro confronti.Io non è che li voglio vittimizzare,in ogni caso il crimine che hanno commesso è brutale,ma in parte viene giustificato dal comportamento dissenato e privo di riferimenti istituzionali di chi ha inveito con percorse ed altro.Lo stato non può comportarsi come loro,anzi nel biasimare la comunità di Guidonia che trae dalla vicenda motivazioni concrete per realizzare un disegno xenofobo,deve iniziare a sondare la possibilità di arruolare tra le forze dell'ordine cittadini rumeni comunitari,sull'esempio americano dell'inizi del 900,ossia come strumento per studiare e prevenire soggetti o bande crminali che intendono operare in Italia ed in correità con le nostre mafie,che non sono da meno;anzi.La mia solidarietà per il vostro impegno nella tutela dei diritti civili.
Gennaro Di Costanzo

Gentilissima Signora,
ho letto del pestaggio dei quattro stupratori di Roma e della Sua battaglia per i loro diritti vilipesi, mi auguro che la cosa non finisca qui, ma che, anzi, siano picchiati ancora più duramente e a lungo.
Le auguro ogni fortuna professionale e politica (senza il mio voto).
Cordialità
Antonello Razza

Ho letto sul giornale dei presunti fatti accaduti in cella ai rumeni autori dei fatti di Guidonia.
Partendo dal presupposto che in uno stato civile gli atti di violenza andrebbero sempre condannati, e che io stesso sono per natura estremamente pacifista, nel caso in questione come i numerevoli altri casi orribili provo una rabbia interiore e una collera che mi portano a provare piacere se qualcuno ha dato un lezione a degli esseri che non posso definire uomini, non posso definire animali perche' offenderei la categoria, definirei solo spazzatura.
Mi posso solo mettere nei panni della povera ragazza, dei poveri genitori e di tutti quelli che le vogliono bene.
Se mi metto nei loro panni non mi verrebbe voglia di fare nessuna interrogazione parlamentare.

Volevo farle i miei complimenti per essersi schierata dalla parte di quei quattro aguzzini romeni che hanno stuprato quella povera ragazza. Complimenti per il tempismo che ha avuto nel lasciare quelle dichiarazioni sul possibile pestaggio subito da questi vigliacchi. Del resto sei io conosco il suo nome e' proprio perche' questa mattina sfogliando i notiziari ho letto le sue "eclatanti" dichiarazioni. Anche io questa notte, penso come lei, non ho dormito, perche' preoccupato per quei poveri rumeni, figli di caino, ai quali vanno assicurati tutti i diritti d iquesto stato...pensa di andare a trovae quella povera ragazza stuprata?? La prego di rispondermi!

ho letto su Repubblica on line che Lei si è recata in carcere per valutare la situazione dei romeni carcerati.
Non so se ha famiglia, non so nemmeno se ha tentato a far visita alla ragazza che ha subito un'immane violenza difficile da dimenticare.
Ebbene mi farebbe piacere sentire dai nostri eletti le disposizioni legislative da assumere ulteriormente e instantaneamente per la violenza atroce e bestiale che si sta diffondendo in Italia. Qual'è la sua proposta?
Grazie.
Annibale Rocco

Io mi chiamo Cristiano Gianardi e volevo dirle che il suo comportamento mi ha schifato...Per il semplice motivo che se tutto quello che hanno fatto a quella povera coppia l' avessero fatto a lei o a qualche suo parente sicuramente a rebibbia lei non ci metteva piede......Quella gente li merita solo sevizie e torture.....Cara la mia deputata, abbiamo le tasche piene di gente come lei..........
Spero di cuore che quelle bestie in galera vengano scannate.....E allora stappero' una bella bottiglia di champagne....

Perchè non difende le vittime invece dei carnefici.
E' vergognoso che una donna si preoccupi della sorte di un branco di stupratori

Si vergogni!

Non hai di meglio da fare ???????
Hai portato anche i pasticcini oltre ai conforti ????????
Sei pagata profumatamente con i denari sudati dei contribuenti. !!!!!!!
Oltre a sparare CAZZATE e perdere tempo vai a LAVORARE !!!!
Lavorare significa portare richezza al paese non ZIzzania e Malumore !!!!!!!
Sono un piccolissimo imprenditore che per sbarcare il lunario deve lavorare sodo. Leggere e udire queste notizie non gratifica e non ci fà sperare per un futuro migliore !!!!!!!!
Pensare che Ho votato PD !?!?
Cordiali saluti
Gian Paolo

deputata bernardini si vergogni.Mi fa schifo, come puo permettersi di
parlar male dei carabinieri che ,violenti,picchiano gli stupratori romeni. Mi auguro che la prossima volta tocchi a lei quello che é toccato a quella povera ragazza di Guidonia. L unica consolazione che ho e che dalla prossima legislatura i pezzi di m... come voi scompariranno dal parlamento,penso che il buon Walter non vi salverá piu.

Avete proprio rotto!!!!! Voi parlamentari ve ne state li lontano dai problemi e poi avete anche il coraggio di difendere quei quattro criminALI DI MERDA. Provi a pensare cosa pensa quella ragazza dopo aver letto le sue affermazioni.....
Pensate a lavorare sopratutto sulle cose serie perchè fra qualche giorno qui in italia non si potrà neanche più mangiare. Lasci stare i quattro romeni, è giusto che paghino we che prendano qualche sberla a casa loro ne avrebbero prese di più quindi sono sempre fortunati. Non sono Fascista ma sono uno di voi del PD ma non sò se ci resterò ancora se continuate cosi.

non ho parole spero che un giorno tutto cio' le se ritorcera' contro

Vada anche a far visita alla donna stuprata e capirà che qualche reazione è ammessa anche se non è giustificabile

Si vergogni, sta facendo il male dell'Italia e dei 2 poveri ragazzi che hanno subito le violenze. Rimango basito che un parlamentare possa arrivare a difendere 5 animali del genere. Sono senza parole.

Brava!!!! Complimenti!!!!! Sei tutti noi!!!!! Tanto a te, con quella faccia da
ipotiroidea che ti ritrovi chi ti s'inculera' mai?
Marcello Cacopardi

Le forze dell'ordine in questo caso sono state superlative;
unica nota negativa, non li hanno fatti toccare a nessuno;
il popolo vorrebbe solo "divertirsi un po'"
Se li difendi sei come loro!!!
Se li difendi sei come loro!!!
Se li difendi sei come loro!!!

......Il minimo che si meritano sono calci e pugni......non sono per la pena di morte, ma con quei 6 bastardi, se li hanno picchiati hanno fatto solo che bene.......

sei una gran troia!
a te piacerebbe non poco essere violentata da sei rumani, lurida che non sei altro, peccato che cesso come sei nemmeno i rumeni ti sfiorerebbero!
lascia in pace chi fa il proprio dovere per proteggere TUTTI I CITTADINI ITALIANI E GLI STRANIERI CHE SI CONMPORTANO BENE, con rispetto delle nostre leggi
Carabinieri che magari prendono 1000 euro al mese per dover arrestare la peggio feccia a rischio della loro incolumità, mentre tu, con i soldi degli italiani che rubi attraverso il tuo sproporzionato stipendio di parlamentare, non sai come passare le giornate.
Straccio di troia, comprati un vibratore, e vattene dall'Italia
schifosa

E' ora che voi radicali, espressione di protezione della delinquenza in questo paese, ve la finiate di denunciare maltrattamenti a luridi individui che meriterbbero solo la pena di morte. D'altronde lei ha visitato in carcere le bestie con un pluridelinquente come D'Elia e pertanto la sua azione si definisce da sola.
Vada a quel paese con tutti i suoi compagni!
Dott. Geol. Giuseppe Cippitelli

Per equità, parità ecc ecc dovreste andare a trovare anche la ragazza.
Avete perso credibilità.
­­Meno male non facciamo più parte dello stesso partito, è che non si può ma sarebbe idealmente bello coinvolgervi per favoreggiamento, con questi atti moralmente li sostenete, e vi fate portatori dei dritti civili.
Chiedete a quella ragazza cosa ne pensa dei diritti civili, non li merita?


Gentile deputato
Non faccia polemiche sulle percosse ai rumeni, potrebbe essere molto dannoso per il suo partito. Dovrebbero tagliargli gli organi genitali.
Se fosse successo a Lei quello che è successo alla povera 21 enne non ci pendserebbe nemmeno a fare polemiche

Caro deputato Rita Bernardini.
Le sto' scrivendo in riferimento della sua prossima intenzione di fare una interrogazione parlamentare, in riferimento all'ispezione fatta da lei e dal sSig.Sergio D'Elia,presso il carcere di Rebibbia, per andare a controllare e constatare lo stato di salute dei 5 rumeni che hanno selvaggiamente picchiato e violentato una ragazza a Guidonia.
Intanto mi fa' piacere che qualquno si sia preoccupato di sapere lo stato di salute di 5 malfattori e stupratori sino al punto di recarsi in carcere.
Credo che a tante persone abbia fatto piu' piacere se invece vi sareste recati nelle abitazioni delle 2 povere vittime.
Rimango incredulo d'avanti a certi attegiamenti.
Quello che non riesco a capacitarmi e' il come mai, anziche' dare peso a coloro che sono stati vittime di un reato cosi' brutale, ci si stia preoccupando invece della salute di 5 balordi che non sconteranno nemmeno la meta' della pena che gli spetterebbe, grazie alle nostre leggi obsolte.
E lei mi viene a parlare di diritti umani?
Io non credere nella maniera piu' assoluta che si dia spazio a questi 5 stupartori , tanto fino al punto di aprirne una interrogazione parlamentare, quando abbiamo due vittime prese a calci e pugni da 5 persone per poi subire anche violenza sessuale!
Lei e' una donna e sicuramente avra' una sensibilita' maggiore verso questi reati o no?
Ma perche' si preoccupa tanto della salute di quei 5 rumeni?
Ma lei, come donna, non prova una enorme indignazione per come, ancora oggi, questi reati vengano puniti in maniera leggera?
Basta vedere lo stupratore di Fiumicino, comodo comodo a casa sua!
E la vittima a mozzicarsi le mani per essere stata presa in giro dalla legge italiana.
Di questo dovrebbe preoccuparsi!
Le scrivo per manifestarle il mio assoluto dissenzo da tutto questo.
Assurdo dare importanza a persone che con tale facilita' hanno rovinato la vita ad altre, sensa minimamente preoccuparsi.
Assurdo che vi permettano a voi di fare certe cose!
Quei due poveri ragazzi, potevano essere nostri figli, nostri fratelli, non scordiamolo.
Mentre le sto scrivendo, alla radio hanno detto che altri 5 rumeni sono stati arrestati per violenza sessuale di grupo ai danni di una loro connazionale.
Ora vada anche da loro a chiedergli come stanno!
E' inaudito.

Mi fa una cortesia di scrivere le sue segnalazioni, riguardanti i maltrattamenti subiti da quei 6 ignobili criminali, alla famiglia della ragazza aggredita e stuprata come un animale. Arrivederci, grazie per l'attenzione.

non si vergogna della sua iniziativa di andare in carcere invece di portare le scuse delle istituzioni alla ragazza violentata. Se fosse stata stuprata sua figlia come avrebbe reagito?

Provo vergogna per tutto quello che lei ha detto sui rumeni...piuttosto che occuparsi di 6 delinquenti pensi alle sorti della nostra Patria.
Cordiali saluti
Giuseppe Cammarata

chiedi scusa alla ragazza violentata e alla sua famiglia, INVECE DI DIFENDERE LE BESTIE. VERGOGNA DIMETTITI

dovrebbe vergognarsi.
Sono un uomo, ma credo di capire che la vita di quella povera ragazza non sarà purtroppo piu' la stessa, ciò grazie alla pura bestialità di queste persone, e se Lei vuole paragonare la sofferenza e le cicatrici che rimarranno nella ragazza con i lividi di codesti esseri, bè allora il mondo va alla rovescia.
Buona giornata.
Cordialmente
Filippo Pecci

Spero tanto che un Rumeno ti stupri a morte la figlia. Allora potrai capire cosa significa.
VERGOGNATI, e vai a lavorare invece di rubare i slodi ai contribuente. VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNAVERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

Grazie per il coraggio e l'onestà civile (che ancora re/esiste in Italia).
NESSUNO TOCCHI CAINO!
Un abbraccio

Invece di preoccuparsi dello stato di salute di quegli animali di guidonia, veda di fare bene il suo dovere di deputato lautamente pagato da noi cittadini, vorrei vedere se avessero violentato sua figlia in quel modo adesso cosa penserebbe, hanno fatto benissimo i carabinieri e gli agenti penitenziari a menarli, anzi mi dispice che non siano in un letto d'ospedale perchè vuol dire che gliene hanno date troppo poche, cosi' imparano cosa vuol dire approfittare di una povera ragazza in 4, anzi devo fare un plauso alle ns. forze dell'ordine che in 4 giorni gli hanno catturati, e lei si preoccupa del loro stato di salute? Si vergogni, anzi dovrebbe dimettersi subito per rispetto di quella povera ragazza che ha subito violenza. E pensare che Lei appartiene al partito che io ho votato nelle ultime elezioni ................................... una bella vergogna per NOI onesti cittadini che paghiamo le tasse avere dei deputati come LEI. Fortuna che in ITALIA ci sono i carabinieri che ci aiutano.

è pazzesco a leggere certe sue reazioni...finiamola con questo perbenismo...volevo vedere se cera lei al posto di quella ragazza o sua figlia se ne ha...guardi che andiamo male perchè al governo si trovano benpensanti come lei...è ora di finirla...siamo alla frutta mi creda da un siciliano che vive a milano...che non conosceva la paura ma vede il terrore...mediti...gradirei una risposta civile...

signora berbernardini, prima di difendere dei delinquenti e delle bestie, perchè non è andata a visitare i ragazzi ce hanno subito quella sporca e disumana aggressione? a meno chè......non voleva esserci lei al posto della ragazza.Secondo me, lei dovrebbe essere buttata fuori dal Parlamento Italiano ,perchè non sono questi i Parlamentari che ha bisogno L'Italia L'Italia a bisogno di Parlamntari che si preoccupano dei problemi Veri e Seri in cui vivono i cittadini italiani.
non la difesa delle bestie disumane.

Gent.ma On. Bernardini sono veramente sorpreso dalla sua forte difesa dei sei rumeni che hanno struprato selvaggiamente una ragazza CITTADINA ITALIANA che stava per i fatti suoi col suo ragazzo, anch'egli picchiato. Mi vergogno di appartenere al suo stesso partito il PD, lei da donna dovrebbe difendere coloro che subiscono violenza. I carabinieri sono stati accusati da lei e da altri del suo partito ma la nostra incolumità, la mia, la sua e quella di tutti i cittadini italiani che lavorano, pagano le tasse e mantengono i deputati con ben 15.000 Euro al mese più tutto il resto dipende dal loro lavoro, che spesso è sottopagato e molto pericoloso.
Si vergogni e penso proprio che la prossima volta voterò Fiamma Tricolore, basta col il buonismo che premia i carnefici ed offende le vittime.

Vergognati, vai a visitare in carcere i criminali e li coccoli, come fossero degli agnellini!!! Sei una di loro!!!! Chi ti ha votato???

>Mi verrebbe da ridere se non ci fosse una nota grottesca in tutta questa
>storia, sig.ra Bernardini. Con quale coraggio ci rende partecipe di questo
>gesto ipocrita e inutile? Pur non condividendo le sue posizioni, avrei
capito
>se avesse fatto visita PRIMA alla vittima e poi ai carnefici, passando per
la
>solita sprovveduta buonista con la bocca piena di buoni propositi.Ma questa
sua
>uscita piena di demagogia e di presunzione, questa ridicola messinscena
sulla
>pelle di due ragazzi che hanno assaggiato l'orrore e l'umiliazione dello
stupro
>non mi va giù. Offende le forse dell'ordine, che a tempo di record hanno
>assicurato alla giustizia questi criminali, insinuando che possano aver
avuto
>un ruolo in questo PRESUNTO pestaggio, offende due ragazzi a cui è stata
>strappata la normalità e la gioia, offende due famiglie che stanno vivendo
un
>dramma, offende tutte le vittime di violenza sessuale. E tanto per rimanere
in
>tema, offende la nostra intelligenza, perchè tutti sanno cosa succede in
>carcere, e forse stavolta ne hanno prese troppo poche, troppo poche,
perchè
>anche tra i criminali c'è una sorta di "codice d'onore". Ma forse non le
>interessa, perchè i comuni mortali vivono in un'altra dimensione rispetto
a
>lei. Avrebbe fatto una figura migliore se glie ne avesse date un pò anche
lei a
>quelle bestie...almeno sarei stato più contento di pagarle il suo lauto
>stipendio, perchè forse, per una volta nella vita, avrebbe fatto fatto
>veramente la volontà del popolo italiano. Vada a lavorare lei e
quell'altro.

E' troppo facile "non toccare caino" quando si vive in altra dimensione.
Quello che Lei ha detto, o meglio,quello che ho letto e' vergognoso.
Ho capito il ruolo che le compete..ma un po' di buon senso al posto di tutto questo buonismo forzato sarebbe molto meglio.
Nel mio piccolo in futuro faro' il possibile per screditare il Suo operato...e' l'unica arma che ho.
Son fiero di prendere le distanze da gente come la Bernardini.

Sento la necessità di dirle che dovrebbe vergognarsi per le dichiarazioni infamanti che ha voluto porgere nei confronti dei carabinieri,di chi la mattina si alza non per stuprare, ma per garantire la legalità. Mi riferisco alla polemica quanto inutile e strumentale che LEI ha sollevato nei confronti dei carabinieri che hanno operato egregiamente e con tempestività per il "caso guidonia".
Mi vergogno da italiano a sapere che nel parlamento della Repubblica siede un onorevole come LEI pagato anche con le mie tasse. Vada a dirglielo ai familiari dei due ragazzi e in particolare vada a dirglielo alla ragazza stuprata, credo che i carabinieri siano stati ancora una volta garanti della legalità perchè a parer mio, "io nei loro panni" li avrei ammazzati e non solo percossi; poi LE DICO DI LEGGERE MOLTO PERCHè DI GIURISPRUDENZA LEI NON NE CAPISCE NIENTE, VADA A LEGGERE L'ARTICOLO 51 DEL CODICE PENALE, SI ACCULTURI (MEZZI DI OFFESA O DI COAZIONE FISICA SONO LEGITTIMAMENTE USATI DALLA POLIZIA GIUDIZIARIA PER ADEMPIMENTO DEL DOVERE SU ORDINE DELL'AUTORITà PER CHI SI OPPONGA O RESISTA ALL'AZIONE DELLO STATO).
SI PREOCCUPI DELLE VITTIME E NON DEI CARNEFICI, SI PREOCCUPI DI CHI RISCHIA LA VITA PER GARANTIRE LA LEGALITà E SI VERGOGNI ANCORA UNA VOLTA PER LE "PUTTANATE" DA LEI PROFFERITE IN TALE OCCASIONE,
Concludo se fossi il Generale Vittorio Tomasone indagherei un po su di lei a 360° , perchè a parer mio lei mostra chiari segni di chi ha qualcosa da nascondere, in altre parole "non è pulita".
Cordiali Saluti
p.s.vada in chiesa e chieda perdono al Signore

Vergogna! Ogni giorno onesti cittadini italiani subiscono supprusi e ingiustizie anche negli uffici dello stato, per non parlare di quanti attendono da anni giustizia. E lei si preoccupa di eventuali maltrattamenti nei confronti di bestie disumane?
Se sono usciti di caserma sulle loro gambe allora non ne hanno avuto ancora abbastanza!!!
W le Forze dell' ordine e abbasso o politici agli antipodi dal sentire del popolo italiano

Hanno maltrattato i rumeni colpevoli dello stupro di Guidonia ??? Bene. Peccato li abbiano SOLO maltrattati.... Invece di sprecare tempo a visitare questi rifiuti umani, perchè non si è recata in visita presso la ragazza stuprata da questi animali ??? e il mio non è uno sfogo razzista, che a molti di voi piace strumentalizzare. Avrei usato le STESSE identiche parole se i 5 schifosi fossero stati di nazionalità italiana. Gente che si macchia di crimini così ORRENDI non ha diritto a nessuna pietà e mi dispiace che siano così tutelati.
Altro esempio è lo schifoso che dopo aver stuprato una ragazza a Capodanno si trova già a casa... Che bella giustizia...

La ringrazio per avermirisposto.
All'occasione le voglio dire che io le
ho espresso il mio disappunto sul fatto che si arrivi addirittura ad
una interrogazione parlamentare nei confronti di chi per primi ha
seminato violenza in maniera piu' che gratuita alle spese di sventurate
vittime.
Io rispetto il suo lavoro da parlamentare, ma credo che un
pizzico di sensibilita' in una vicenda come questa , non sarebbe stato
male.
Non ho mai detto che lei sia andata a rebibbia per portare
solidarieta' ai 5 rumeni, ma sono piu' che convinto che prima di andare
ad assicurarsi su come vengano trattati i detenuti, sarebbe stato
meglio, andare prima ad accertarsi di come stanno i due ragazzi e
magari successivamente recarsi poi in carcere.
Fatta cosi', sembra
proprio che sia piu' importante che i detenuti siano trattati con i
guanti bianchi e che le vittime passino poi in secondo piano.
Le
ricordo che un detenuto, se detenuto, vuol dire che ha commesso un
reato.
Io non dico che un detenuto debba essere trattato a schiaffi o
in malomodo, dato che gia' la perdita di liberta' e' una bella
punizione, ma quello che vorrei dirle ( e qui' concludo ) e' che avrei
preferito leggere che un parlamentare radicale si e' recato nel
carcere di rebibbia per accertarsi di come vengano trattati i detenuti,
ma prima di questo, e' andato a DARE LA PROPRIA SOLIDARIETA'A CHI E'
STATO VITTIMA.
la saluto.

Gentile On. Bernardini,
La ringrazio per aver risposto alla mia mail.
Comprendo le ragioni alla base della Sua ispezione e non ho pensato nemmeno per un attimo che Lei avesse portato la Sua solidarietà ai criminali.
Però mi chiedo perché Lei reagisca così prontamente a presunti maltrattamenti a criminali e non ai crimini commessi dagli stranieri.
Spero che Lei abbia incontrato le vittime di quei romeni.
Ha forse steso la mappa delle zone poco illuminate della città?
Ha forse intrapreso iniziative concrete per monitorare la presenza di stranieri (clandestini o meno) nei quartieri di Roma, visto che stanno nascendo enclavi all'interno della città?
Ha intrapreso qualche iniziativa concreta per l'identificazione dei clandestini, dei residenti nei campi nomadi, dei borseggiatori minorenni che io stesso ho visto in azione a Termini e nelle vicinanze della stazione metro Barberini (non in una periferia poco illuminata nonostante le tasse che pago ogni mese)?
Io stesso ho impedito a due bambini zingari (avranno avuto dodici anni) di derubare una ragazza che incautamente scendeva le scale della metro con la borsa aperta e tenuta dietro la spalla: fortunatamente, è bastato un urlo, ma Le sembra normale?
In Italia non c'è una legge che esoneri gli stranieri dalle responsabilità penali, dal pagare le tasse, dal possedere un regolare permesso di soggiorno. Eppure, io che vivo in Piazza Vittorio Emanuele II - Roma - mi chiedo quanti degli stranieri che incontro tutti i giorni siano regolari.
Nel 2007 vivevo nel quartiere Nuovo Salario, sono comparsi molti stranieri nel quartiere: un giorno, la mia ragazza è stata insultata da un venditore ambulante nordafricano perché indossava un vestito troppo corto (sono siciliano, quindi ho più punti di contatto con il nord africa che preconcetti).
C'erano facce poco raccomandabili in giro, il parco dei bambini è stato recintato (i bambini nelle gabbie, i criminali per strada: interessante visione, non crede?), le luci delle strade non garantivano una sufficiente illuminazione: pertanto, ho sempre accompagnato Michela appena calato il sole.
Le sembra normale che Michela avesse paura ad andare al supermercato perché il tragitto è poco illuminato?
Eppure, non mi risultano interviste e prese di posizioni concrete a favore degli italiani, a favore del diritto di vivere senza il timore di essere rapinato o derubato; mi risultano, invece, generici (e fastidiosi) appelli alla solidarietà.
Posso suggerirLe, con il massimo e sincero rispetto per la Sua persona e per il Suo incarico, di effettuare visite ispettive di diversa natura? Ad esempio, faccia una passeggiata il sabato mattina nel mercato di piazza Vittorio, oppure un giretto a Termini. O passi a trovare i poliziotti ed i carabinieri che lavorano per strada e chieda loro chi paga la benzina delle auto, come si comportano gli stranieri con cui hanno a che fare, che aria si respira per strada.
Nemmeno a me piace leggere di poliziotti che maltrattano detenuti, però mi piace ancora meno leggere di ladri, stupratori, assassini, spacciatori di droga, rapinatori, truffatori, sfruttatori di prostitute minorenni, ubriaconi, troppo spesso 'di importazione'.
Apprezzo lo spirito con cui Lei segue le Sue convinzioni, però sarei lieto di avere una risposta alle mie domande, ma una risposta concreta, che tenga nella giusta considerazione le esigenze di noi italiani.
Non mi va di pensare che Voi 'amministratori' consideriate l'aumento della microcriminalità il costo da pagare per l'integrazione con altre culture; però, comincia a venirmi il dubbio.
Lei scrive che uno Stato che viola le leggi mettendosi sullo stesso piano dei peggiori delinquenti genera solo ulteriore violenza; ma uno Stato che non protegge i suoi cittadini dalla violenza altrui cosa genera, se non il bisogno di difendersi da soli e, quindi, altra e più grave violenza?
Cordialmente,
Federico Castrogiovanni

se quei romeni avessero fatto quelle cose a qualcuno a te vicino come ti saresti comportata.
Alan

Vorrei sapere se Rita è andata a visitare anche la ragazza stuprata e il fidanzato malmenato.
E se ha visitato anche i carabinieri rimasti contusi nell'azione di cattura delle quattro bestie selvagge.
Come stanno?
Grazie.
Luia.

Sono di sinistra, voto e voterò sempre a sinistra ma quando scopro che gente come te si preoccupa di come vengono trattati in carcere dei vigliacchi stupratori in branco di persone inermi che avranno la vita rovinata per sempre, provo per te solo schifo e sdegno e capisco perchè ci governa berlusconi. Vergognati, mi fai schifo, Roberto Facchini

non ho parole!

Sono stata elettrice del pd dopo e pci prima vorrei sapere se Lei ha dedicato parte del suo tempo di deputata votata a sentire anche come stavano fisicamente ed emozionalmente la ragazza ed il suo compagno dopo la tragica vicenda. Esterefatta che sia stata una donna ad andare a visitare gli stupratori mi chiedo dove sia andata a finire la solidarietà tra le donne. Siamo dello stesso millesimo pertanto abbiamo fatto lo stesso percorso, per questo motivo non riesco a capire che cosa lei voleva dimostrare. Su una cosa lei ha fatto centro io ed alcune persona che si riconoscono in questo che le ho scritto saranno molto perplesse ha dare ancora il voto a sinistra:
Rifletta accuratamente e mi faccia sapere se sa che fine hanno fatto le FEMMINISTE movimento nato con il partito radicale

Di solito non sono una persona che si mette a cercare i contatti di questo o quel personaggio pubblico per esprimere il suo disappunto, ho 24 anni e per campare non mi posso permettere di stare seduto in un'aula parlamentare a premere bottoni o a visitare animali in cella a Rebibbia, quindi il tempo che mi rimane a disposizione è davvero poco.
Ma stavolta ho speso altri 5 minuti per cercare la sua mail ed esprimerLe il mio rammarico non per la sua denuncia sulle "presunte" violenze subite dai romeni "presunti" autori dei fatti di Guidonia, ma anche solo per il fatto di aver fatto loro visita in cella.
Io non auguro niente a nessuno, ma quelli come Lei dovrebbero fare qualche sforzo in più per mettersi nei panni di chi si è ritrovato con la vita distrutta. In questo caso, ovviamente, non si parla dei 4 o 5 romeni che sono stati percossi, purtroppo non a sangue, in cella, ma dei due fidanzati. La sua pomposa dichiarazione è ricca di particolari sulle escoriazioni che i poveri romeni hanno riportato.
Questa mail ha un solo obiettivo, ovvero chiederle: ha fatto visita alla ragazza stuprata? E' andata a rassicurarla che chi scalda le poltrone della camera col proprio deretano per due giorni a settimana si impegnerà a tutelare le persone come lei? Ha fatto visita al suo fidanzato? Ha raccontato ai giornalisti quante e quali escoriazioni ha riportato un 24enne picchiato da 4 uomini??? Ha provato a parlare delle ferite che questo giovane si porterà dentro per il senso di impotenza provato in quella situazione???
Risparmi il suo tempo e le sue visite in carcere a quegli animali, veda di impiegarlo per fare quello per cui uno come me le passa di che vivere ogni mese. Riferisca alla Camera di quanto inconsistente è la legislazione in materia, riferisca di quanto scarsi siano i controlli delle forze dell'ordine nelle città di notte. Ovviamente non è un invito, è un ORDINE, perchè le ricordo, che lei è al suo posto perchè un "coglione" (mi passi il termine) come me l'ha votata e tuttora la stipendia.
Saluti.
G.T.

Sono le persone come lei ( e il compare D'Elia) che alimentano il senso bruciante di ingiustizia che sentono ogni giorno milioni di italiani, sono quelli come lei che ridicolizzano il parlamento italiano (già noto in tutto il mondo per essere un covo di fanulloni strapagati e privilegiati), sono le persone come lei che preparano e alimentano il razzismo. No, lei non è andata a trovare i poveri poliziotti da 1200 euro al mese che hanno evitato il linciaggio ai quattro mostri, nè tantomeno la povera stuprata e il suo fidanzato. No, lei è andata da Caino, fottendosene di Abele , che poi tanto sarà anche straziato dai tribunali italiani. Brava, porti pure loro il caviale in carcere, a spese nostre , si intende. Brava ! continui pure a conquistarsi visibilità in questo scellerato modo, tanto il suo indecente stipendio siamo costretti a pagarlo noi. Ma lei non si vergogna mai? ma proprio mai? ma che razza di donna è lei?

Quando ho cominciato a leggere l'articolo pensavo di aver capito male.
Poi mi sono reso conto di aver letto e capito correttamente.
Avete fatto una interrogazione parlamentare per delle percosse a quegli animali che hanno violentato la ragazza a Guidonia????
Non l'avete fatta ovviamente per la ragazza, per la sicurezza, per il fatto che non si può più circolare liberamente senza rischiare la rapina, le percosse, lo stupro, ma avete fatto visita a quei "poveri" esseri umani che hanno dimostrato cotanto rispetto per i due ragazzi.
Per quello che mi riguarda (e sono certo di parlare a nome di molta, molta "gente comune"), i carabinieri avrebbero dovuto lasciarli alle "cure" della folla che si era raccolta davanti alla caserma o, in alternativa, avrebbero potuto benissimo essere utilizzati come banche d'organi, almeno qualcosa di positivo per la società l'avrebbero fatto.
Certo che la sensibilità che dimostrate in queste occasioni rasenta l'incredibile.
Già la classe politica non gode di particolare stima... e certo queste "iniziative" nei confronti di animali (con tutto il rispetto per le bestie), non contribuiscono a migliorare le cose.
Se almeno aveste prima fatto visita alla ragazza, se almeno aveste fatto delle dichiarazioni di solidarietà... no, diretti dai poveracci a contargli i lividi quando la cosa che più si sarebbero meritati sarebbe stata una bella autopsia.
So già a priori che questa mail non porterà a nulla, ormai lo scollamento fra i "politici" e i cittadini è evidente e credo insanabile, ma dopo aver letto l'articolo non ho potuto fare a meno di esprimere il mio disappunto, dissenso e profonda rabbia per una classe politica che non mi rappresenta ormai più, indipendentemente dal colore.
Saluti
Enrico Vacca

Mi chiamo Monica Benati e voglio trasmetterle il mio ribrezzo riguardo le sue dichiarazioni per la vicenda dei romeni. Vorrei chiederle ... se fosse successo a sua figlia o a sua sorella un fatto del genere ... indescrivibile a parole, come ogni violenza usata sulle donne ...sarebbe così "comprensiva" nei confronti di queste persone??? C'è un limite a tutto! Si occupi di cose più importanti!!!
Si vergogni
Monica Benati

Fino a qualche tempo fa, ho nutrito una qualche forma di simpatia per le vostre cause, ma le tutele che volete fornire a chi ha stuprato mi riempiono di gioia nel sapere che il vostro movimento ormai perde notevolmente consensi.
LA NOSTRA NAZIONE, PER VIA DELLA LEGGEREZZA PUNITIVA, E' IL PARADISO DEI DELINQUENTI.
E VOI CON LE VISITE FUORI LUOGO AI DELINQUENTI, E LE TUTELE DI IMPUNITA' CORPORALI NON FATE ALTRO CHE ALIMENTARE UN VUOTO GIUDIZIARIO.
VOI NON AVETE TUTELATO UN BANCHIERE CORROTTO MANDATO IN CARCERE PER FRODE E MALMENTATO MA CERCATE DI TUTELARE COLORO CHE SENZA ALCUN SCRUPOLO HANNO PICCHIATO SELVAGGIAMENTE UNA COPPIA E VIOLENTATO RIPETUTAMENTE LEI.
SOLITAMENTE NON PARTECIPO ATTIVAMENTE ALLA POLITICA, HO I MIEI GIUDIZI, E NON SCRIVO MAI LETTERE MA QUESTA VOLTA HO PROVATO VERAMENTE DISGUSTO.
VERGOGNATEVI.
GIANNI DE GENNARO

"Bernardini "che si interroga sul maltrattamento delle " bestie stupratori" di Guidogna..dovrebbe subire PARI STUPRO ai danni di un suo caro (a lei no pearchè potrebbe essere oggetto di piacere)..
così invece di andare in giro a dire cazzate si preoccuperebbe di tutelare le vittime..
siete quattro gatti e fate davvero pena..

Salve signora Bernardini,
non voglio assolutamente insutarla ne aggredirla via mail, ma sento il dovere di farle sentire il mio più vivo dissenso come cittadino Italiano per la visita in cella ai detenuti che hanno stuprato e malmenato quella coppia di ragazzi di Guidonia.
A me sinceramente non importa se sono stati picchiati.
Loro comunque non hanno subito quello che hanno fatto in modo efferato contro due poveri ragazzi che porteranno con sè per tutta la vita quell'esperienza.
Venire picchiati penso sia la giusta conclusione alle loro azioni.
E non importa se siano stranieri o Italiani, chiunque si macchia di atti come quelli, che sottolineo ROVINANO LA VITA DELLE PERSONE PER SEMPRE, deve essere punito dallo stato, anche severamente.
Non devono essere torturati, mi pare ovvio, ma un pò di botte in carcere penso sia davvero il minimo che dovevano aspettarsi.
Le chiedo ora di andare a trovare anche chi ha subito gli atti disgustosi di quelle bestie, come altro potrei chiamarle?
Non meritano anche loro la sua attenzione?
Porti conforto anche a chi ora ne ha davvero bisogno.
Cordiali saluti
Alessandro Marocchini

Lei mi fà ribrezzo.
Lei va a trovare i rumeni in carcere ma non si preoccupa della ragazza violentata a turno dagli animali che è andata a trovare ,lamentando tra l'altro ,che non sono trattati molto bene.Ne è andata a trovare il fidanzato della ragazza picchiato e rinchiuso nel bagagliaio,mentre si fottevano la sua ragazza.
Vedo che è in commissione giustizia,il colmo.
Le auguro che presto subisca un aggressione simile,chiudano il suo fidanzato(se c'è l'ha) nel bagagliaio e a turno 6 rumeni se la chiavano senza il suo volere.

Sinceramente, sono contento di credere nel Signore e mi dispiace per LEI ancora una volta signor onorevole apprendere che le manca anche la fede in DIO; auspico vivamente che le venga, non è mai troppo tardi glielo assicuro.
Ritornando a noi, la sua iniziativa benchè in disaccordo con le mie idee personali e credo in disaccordo con una larghissima parte della popolazione italiana, purtroppo come lei ha specificato è apparsa diversa da come è stata illustrata dai media,(le consiglio di andare in qualche programma per farsi capire meglio, altrimenti perderà tanti voti, glielo assicuro) comunque colgo l'occasione nel ribbadire che, benchè rientri nei suoi compiti porre in essere una visita ispettiva, personalmente ritengo che qualora siano state poste in essere violenze (gratuite) sarà la magistratura ad accertarlo ed in ogni caso come mai sig.onorevole non si è preoccupata dei carabinieri operanti che sono stati refertati? come mai non ha chiesto di loro che operano per il bene comune? nella mail precedente non ho specificato che oltre a leggere l'art.51 cp dovrebbe essere letto anche l'art.53 cp, a LEI senz'altro non mancherà.
La mia espressione colorita "li avrei ammazzati" è stata messa tra virgolette proprio in virtù del fatto che non doveva essere presa alla lettera, ma era un'espressione di rabbia per quell'atroce delitto.
Sinceramente sig.onorevole lei è una donna dovrebbe comprendere ancora meglio di me che sono un uomo, l'atrocità e la spregiudicatezza di quello stupro a Guidonia e allora le pongo un'altra domanda, se lo avessero fatto a LEI? e se lo avessero fatto a sua figlia? e se poi sapesse che dopo due giorni il giudice li mettesse fuori cosa farebbe?
Uno stato democratico non permette la tortura è vero, ma permette la difesa ed i carabinieri dagli atti che ha potuto leggere, si sono difesi nell'adempimento del dovere.
Cordiali Saluti
p.s. vorrei avere un colloquio con lei proprio per discutere di questo tipo di reato


Salve,
volevo semplicemente dirLe che è stato quanto meno inopportuno andare dai "poveri" violentatori di Guidonia e denunciare le percosse che hanno subito. Non penso che a nessuno dispiaccia se li è arrivato qualche cazzotto. Bisognerebbe smetterla di darsi semrpe la zappa sui piedi con accuse interne: quelli cattivi ora sono loro e non vanno difesi. Punto.

Salve,
è lei che vuole promuovere una interrogazioni circa le presunte violenze che hanno subito i rumeni accusati di stupro?
Se è lei, si vergogni, provo ribbrezzo per il suo atteggiamento!
vergogna, vergogna, vergogna!
non capisco il problema, sono stati malmenati in carcere, in caserma? dove è il suo problema? Si vergogni!
Lei è assolutamente inadeguata!
Con disprezzo!
Davide Del Puglia

VERGOGNA!! LA SIG.RA BERNARDINI CHE VISITA E DA' ASCOLTO ALLE LAMENTELE DI BESTIE CRIMINALI, DOVREBBE ANDARE A VIVERE CON LORO.
COSA VUOLE DIMOSTRARE? MI AUGURO CHE SI PROCCUPI DI FAR VISITA ED ASCOLTARE LO STRAZIO E IL DOLORE DELLE DUE VITTIME DELLA BRUTALE AGGRESSIONE.
SPERANDO IN UN' ITALIA MIGLIORE.
GILBERTO BERGONZINI

Senza cappelli introduttivi o salamelecchi di qualsiasi natura vorrei direttamente al punto per esprimerle la tristezza che provo dopo aver letto che lei ed altri siete andati a trovare quelle bestie a Guidonia per verificare presunti pestaggi.Ma quanta solerzia!Data la mia scarsa fiducia nel genere umano sarei pensato ad una vostra mossa per essere sotto i riflettori ma dato che mi considero cristiano dovrei pensare che siate andati per difendere dei deboli ed oppressi...ooppps quella era la vittima delle bestie.
Ero garantista, ero per la difesa di tutti i diritti umani..ma le cose cambiano nella vita.
Spero lotterà con la stessa forza per difendere coloro i quali non possono farlo.
Spero nella sua coscienza...
Grazie
Carlo Rossi

buongiorno mi chiamo Gatti Giuseppe,ho visto le sue dichiarazioni in merito alle presunte violenze dei carabinieri sui romeni stupratori....non so che dirle se non perchè non se ne va lei in romania cosi ci libera di una piaga(lei)e può stare a contatto con gli animali che lei difende...e se fosse capitato a lei?dimenticavo lei gira sotto scorta,e comunque è bruttarella forte,non so se i romeni per quanto morti di sesso siano l avrebbero nemmeno guardata....io ho una sorella e una moglie,una nipotina e le dico che se sta cosa fosse capitata a una di loro,sti romeni avrebbbero fatto meglio a non uscire di prigione se no pian piano li avrei scuoiati vivi,fregandomene di lei e delle associazioni finto IPOCRITE/BUONISTE finche non si tocca qualcuno di loro,questo purtroppo grazie a gente come lei non è un paese democratico,in un paese democratico la gente sceglie chi accogliere e chi no,qui invece siamo obbligati a prendere cani e porci,ma si è mai chiesta perchè questi vengono qui con tanta facilità?perchè il loro governo li lascia partire?perchè la i delinquenti non li vogliono più e allora li mandano nel paese del BENGODI,dove vengono accolti da gente assurda al grido di:-VENITE,STUPRATE E UCCIDETE tanto nessuno vi FARA' NIENTE......chissà se quando c era CEAUSESCU si comportavano cosi al loro paese...NO perchè se no li portavano in un campo e PAM un colpo alla nuca e il problema era risolto,vedi le fosse comuni scoperte in romania,la prego faccia un favore a tutti gli italiani,vada a vivere in romania,lei nemmeno può dire di essere italiana e tantomeno può stare al parlamento ne in qualsiasi istituzione lei è sola la vergogna dell ITALIA che vive ONESTAMENTE.P.S: se decide di andarci ci porti pure quei fannulloni di nessuno tocchi caino e stronzate varie.
se vuole può anche denunciarmi per quello che le ho scritto così almeno dimostrera che non siamo in un paese democratico.le porgo i miei saluti.
Gatti Giuseppe

risposta di Rita Bernardini
Gentile Signor Gatti,
la tranquillizzo, i deputati non hanno diritto alla scorta.
Si rilegga, lei usa frasi che assomigliano molto a quelle degli stupratori che vorrebbe scuoiare.
mi spiace sig.ra bernardini uso le frasi di un italiano onesto che è stanco
di sta gente,come milioni di italiani,se no perchè avete perso le elezioni?perchè
la gente non ne puo piu della paura in casa propria i veri stranieri in italia
siamo noi.cordiali saluti

"Ciao Rita.. ho visto i gruppi che si sono creati contro la tua iniziativa.. i toni utilizzati sono a dir poco violenti.. però perchè non ti iscrivi anche tu in quei gruppi? sarebbe una bella cosa.. un abbraccio"
­­­
in merito alla sua visita alle bestie che hanno abusato di una giovane ragazza, le dico che dovrebbe vergognarsi profondamente per quello che lei ha fatt. In italia non c'è giustizia, infatti le bestie sono già ai domiciliari e domani ripeteranno il reato, sicuramente, magari su sua figlia!!!! Almeno ricorderanno che il dolore non sarà solo quello inflitto ad altri, ma anche il loro. Per fortuna che abbiamo forze dell'ordine che ci tutelano rischiano del loro. Lei ci offende.

Buonasera Rita,
Pochi minuti fa alle ore 15.30 circa su un programma trasmesso da Rai uno, mi sembra si intitolasse "Effetto sabato", ho sentito distrattamente (Certi programmi Rai meritano solo di essere ascoltati distrattamente mentre si fanno i lavori di casa....) l'intervento di un cabarettista che ha fatto una battuta a mio parere di pessimo gusto e offensiva sulla visita fatta da te e da Sergio D'elia ai Rumeni protagonisti dei fatti di Guidonia (visita che aveva un preciso significato).
Sicuramente con i potenti mezzi che avete voi parlametari avrete la possibilità di rivedere con più attenzione questo alto momento di cultura e di spettacolo che ci ha offerto la telvisione pubblica e vi chiedo di far valere i vostri diritti ed i diritti e quelli di chi vi ha eletto contro chi usa la televisione pubblica per fare disinformazione non solo nei telegiornali ma anche nei momenti di cabaret ed in quel preciso momento.
Ti ricordo inoltre che oggi ho pagato il bollettino postale di 107 Euro del canone Rai e questo mi fa ancora più incazzare nel vedere una TV pubblica che fa disinformazione non solo durante i telegiornali ma anche nei momenti di Cabaret!!!!
Mi raccomando intervenite la battuta di quel cabarettista mi ha veramnte sconcertato!!!!
Ciao
Riccardo Manzoni

Gent. On.
la ringrazio per la pronta risposta. E' vero, in Italia non c'é una legge che permetta di prender a pugni e calci certe bestie (sto offendendo le bestie), ma c'é tanta gente che in questi casi vorrebbe farlo. Ad ogni buon conto io ho un altissimo concetto dell'Arma dei Carbinieri, cosa che moltissimi politici non hanno, per cui é molto propbabile che se botte ci sono state quelle possano essere opera dei detenuti, perché anche tra i delinquenti ci sono regole di onore che non ammettono certe bestialità.
Cordiali saluti.
Giuseppe Cippitelli

ci vediamo alle prossime votazioni.

ma lei li ha ringraziati i carabinieri per gli arresti di guidonia? sono stati bravissimi!!!!
leonardo fusi

vorrei,cara onorevole,che una sera rientrando a casa,fosse stuprata e pestata a sangue da un branco di rumeni,
vorrei che le lasciassero segni indelebili nel corpo e nella mente,
vorrei che ciò accadesse anche ai suoi figli se ne ha,
vorrei che i suoi cari magari anziani fossero aggrediti in casa e malmenati con bastoni e seviziati con coltelli da un branco di extracomunitari il più possibile feroci, si proprio come quelli che a lei stanno tanto a cuore,tanto da stracciarsi le vesti se vengono omaggiati di qualche schiaffone da chi li ha catturati, ma che forse sarebbe stato meglio se li avesse lasciati in pasto alla folla per un sano e sacrosanto linciaggio.
vorrei infine che non esistessero persone come lei che siedono nel nostro parlamento per creare solo danni.
grazie per l'attenzione.Riccardo Patuelli

Con tutti i problemi che ci sono in Italia, trovo inammissibile che Lei sprechi il suo tempo da parlamentare ed i nostri soldi per difendere degli esseri schifosi che hanno commesso uno dei crimini piu vili e meschini nei confronti di una semplice ragazza indifesa. Non credo che se ciò fosse accaduto a lei o a una sua figlia, si sarebbe comportata in questo modo. Quindi se proprio ci tiene cosi tanto a questi esseri, gradirei che se ne occupasse nel suo tempo libero ed a sue spese.
Grazie.

ho letto di Rita Bernardini che è andata nel carcere a far visita agli autori dello stupro vorrei chiedere a questa persona perchè non è andata piuttosto a vedere quella ragazza che ha subito l'abuso, si vergogni o forse avrebbe voluto essere lei al posto di quella ragazza SI VERGOGNI !!!!
Altro che picchiati in caserma gli farei molto di più.
L'associazione nessuno tocchi Caino, perchè non la chiamate " Caino non toccare Abele"
voi difendete chi commette reati
VERGOGNATEVI!

Mi verrebbe da ridere se non ci fosse una nota grottesca in tutta questa
>storia, sig.ra Bernardini. Con quale coraggio ci rende partecipe di questo
>gesto ipocrita e inutile? Pur non condividendo le sue posizioni, avrei
capito
>se avesse fatto visita PRIMA alla vittima e poi ai carnefici, passando per
la
>solita sprovveduta buonista con la bocca piena di buoni propositi.Ma questa
sua
>uscita piena di demagogia e di presunzione, questa ridicola messinscena
sulla
>pelle di due ragazzi che hanno assaggiato l'orrore e l'umiliazione dello
stupro
>non mi va giù. Offende le forse dell'ordine, che a tempo di record hanno
>assicurato alla giustizia questi criminali, insinuando che possano aver
avuto
>un ruolo in questo PRESUNTO pestaggio, offende due ragazzi a cui è stata
>strappata la normalità e la gioia, offende due famiglie che stanno vivendo
un
>dramma, offende tutte le vittime di violenza sessuale. E tanto per rimanere
in
>tema, offende la nostra intelligenza, perchè tutti sanno cosa succede in
>carcere, e forse stavolta ne hanno prese troppo poche, troppo poche,
perchè
>anche tra i criminali c'è una sorta di "codice d'onore". Ma forse non le
>interessa, perchè i comuni mortali vivono in un'altra dimensione rispetto
a
>lei. Avrebbe fatto una figura migliore se glie ne avesse date un pò anche
lei a
>quelle bestie...almeno sarei stato più contento di pagarle il suo lauto
>stipendio, perchè forse, per una volta nella vita, avrebbe fatto fatto
>veramente la volontà del popolo italiano. Vada a lavorare lei e
quell'altro.

Le volevo esprimere tutto il mio sdegno ed il mio ribrezzo per l'agghiacciante visita da lei effettuata ai romeni detenuti nel carcere di Rebibbia a seguito della violenza ripugnante commessa ai danni di una giovane donna. Normalmente, in quanto donna anche lei, mi sarei aspettato una sua eventuale parola di conforto nei confronti della povera vittima e invece lei, rovesciando i ruoli, ha fatto il contrario, ovvero visitare i carnefici. Ritengo il suo gesto indegno e scandaloso e di questo dovrà rendere conto ai suoi elettori oltre che alla sua coscienza.
Si vergogni!
Con tutto il mio ribrezzo,
sig. DE GAETANO G.
­­­
Mia cara Rita, tengo a dirti che sei un Tesoro!
Mi auguro ci sia rimasta ancora un bricciolo di coscienza nelle persone, perché qui, da una parte, non sappiamo più dove andare, dall'altra, romeni che giustificano i carabinieri e credono abbiano fatto bene a picchiarli, uomini di spettacolo italiani che incitano alla violenza sul primo canale pubblico della tv... Mah! Come dice la mia amica Donatella Papi: "Si agita lo spettro dell'istinto disumano, il facile precipitare nelle zone tenebrose della non ragione."
Io non posso non dirti un sincero grazie e un caloroso abbraccio per questa iniziativa. Ti auguro un buon weekend e se posso esserti utile, non esitare a farmelo sapere.
Buonanotte,
Simona

Volevo farLe avere il mio disappunto circa le sue dichiarazioni in merito ai presunti pestaggi a danno degli stupratori di Guidonia. Si tenga bene a mente che qualsiasi forma di violenza (sicuramente giustissima e palese) abbiano subito quegli animali è sempre un niente a confronto di quello che ogni cittadino Italiano riserverebbe a quei rifiuti umani :ma questo ,ne lei ,ne nessun parlamentare che vive in un mondo tutto suo può capire. Provate voi a vivere fianco a fianco di questi merdosi immigrati che non vogliono integrarsi (x coloro che intendono integrarsi le porte sono sempre aperte) e provi lei stessa ,se ne è capace ,a pensare quello che la vittima di tale violenza ha provato e che proverà in futuro. Ci provi intensamente! Fatto?
Bene ,ora può tranquillamente prendere l'interrogazione parlamentare e fare quello che tutti noi Italiani speriamo che lei faccia.
Alle prossime elezioni ci ricorderemo anche di questo.
Buon lavoro.

Gent.ma On. Bernardini,
ovviamente sono d'accordo su tutto. Sarei in prima linea in politica anche io se non avessi addosso quella sfiducia totale nelle istituzioni che ormai mi accompagna da tempo. E mi rallegro del fatto che anche Lei, come me, abbia chiaro in mente cosa potrebbe far funzionare meglio questo paese. La differenza tra me e Lei sta, appunto, nel fatto che Lei pensa che tutto ciò sia realizzabile e per questo siede in Parlamento.
Faccia visita anche alla ragazza e al suo fidanzato. In questo momento, chi ha bisogno di solidarietà "solida", giusto per rubarle il pensiero, è la vittima, non il carnefice.
Saluti.
G.T.

Io mi meraviglio di come il Parlamento permetta ad una persona come lei di essere ancora a scaldare quella poltrona donatale per colpa della nostra estrema ignoranza. Dopo aver letto quello che ha dichiarato ho sperato che fosse lei o sua figla al posto di quella povera ragazza di roma che è stata violentata. L'idiozia delle sue parole pesa il suo valore come politico. E si vergogni. In Fede........ Emanuele Gadda.

Dovevano stuprare Te,vergogna!
Vergogna!!! Dovevano massacrarli di botte i 5 rumeni,è grazie a gente come voi se in Italia bisogna farsi giustizia da soli.

Buongiorno, lei ha esternato la malvaggità delle forze dell'ordine sui rumeni stupratori. Ma che la ragazza, (donna come lei), ferita e mortificata sia nel fisico che nella psiche, non gli importa nulla? Visto che è stata stuprata per ben 5 volte, e con il ragazzo malmenato e chiuso nel cofano dell'auto che sentiva tutto e non è potuto intervenire, non LE DICE NULLA? No! forse a lei interessa più lo sputtanamento delle polizie italiane. Ma se fosse capitato a lei!, che reazione avrebbe avuto? Oppure! se fosse capitato ad una sua figlia, o ad una sua nipote o un parente? Se ne rende conto di cosa ha esternato sui quotidiani?
Le posso dire una cosa?, Lasci lavorare in santa pace le forze dell'ordine. Le posso garantire che effettuano ogni giorno il loro lavoro in modo esemplare e con comportamento civile, pur avendo come rischio la propria vita e molte volte senza avere meriti. La saluto e Viva L'Italia.

Gentile onorevole,
innanzi tutto garzie per aver risposto alla mia Mail; ho riletto ciò che ho scritto e temo di aver usato
un tono poco appropriato e particolarmente aggerssivo, le chiedo scusa e spero non mene voglia.
Deve sapere che non condivido le scelte di queso governo in mano ai leghisti, deve sapere che
una volta mi trovavo come turista a Verona con la mia famiglia e mi sono imbattuto, mio malgrado,
in un comizio della Lega, mi sono sentito particolarmente offeso sia come cittadino italiano/europeo
che come meridionale.
E' impensabile dopo tutta la nostra storia sentir parlare di pulizzia etnica, "mandare via a calci nel culo
i musulmani di ----", quando la nostra Italia sarà tanto più grande quanto più sarà laica!
A me non da fastidio avere il vicino di un altro colore o di un'altra religione perchè da lui potro
solo imparare cose nuove, migliorare il mio bagaglio culturale, confrontarvi con validi argomenti.
Grazie al mio lavoro ho viaggiato tantissimo, conosco bene lo stretto di Sicilia, ho salvato molte
persone, in balia delle onde, da morte certa ed ho imparato tante cose.
Non voglio promuovere una legge che autorizzi la tortura, il principio che ad ogni uomo deve essere
garantita la sua dignità è una grande conquista di civiltà.
Ciò che è accaduto nella caserma a Giudonia non lo sapremo mai, dobbiamo prendere per certo
ciò che è scritto nei verbali; d'altra parte mi viene davvero difficile pensare che dei carabinieri
si siano potuti comportare come carnefici! Non dimentichiamo che sono dei pubblici Ufficiali
addestrati, preparati e professionali e che spesso e volentieri operano molto al disopra
delle loro possibilità ottenedo comunque grandi risultati.
Sono sicuro che come ha preso atto delle segnalazioni di maltrattamento, prenderà
a cuore il bisogno di una giustizia reale fatta di processi brevi pene certe per i criminali.
Il mio sogno è vivere in uno stato Forte, multietnico, laico e rispettoso delle leggi.
Grazie ancora per avermi dedicato il suo tempo ed in bocca al lupo per il suo lavoro.
Michele Vitale.

Gent.le On.le,
concordo con lei sul tema dei maltrattamenti gratuiti
agli arrestati, ma attenzione: alcune tipologie di criminali devono
essere trattati con le dovute maniere, perchè è la sola lingua che
comprendono.
Sono convinto che le forze dell'ordine e le guardie
carcerarie svolgono e hanno svolto il loro lavoro con professionalità.
Il suo intervento è stato corretto, ma sbagliato nelle modalità e nel
merito. Da parlamentare non si è resa garante delle forze dell'ordine,
ma solo degli arrestati.
Marco Ferrauti.

Gentile Sig.ra Bernardini,
ho letto il suo intervento riguardo la faccenda dello stupro di Guidonia. Come cittadina che paga le tasse (e il Suo stipendio) mi permetto di dirLe che deve vergongnarsi di essere donna. So che anche gli accusati hanno dei diritti, che vanno tutelati, ma ciò che hanno fatto quei cinque ragazzi è inaudito, loro non hanno mostrato nè rispetto, nè pietà, nè compassione per quella povera ragazza, hanno usato il suo corpo come fosse un oggetto per divertirsi. Come continuerà a vivere quella ragazza? Se lo è domandato? Ha mai pensato se ci fosse stata lei a posto suo? Bè, io sì, essendo una ragazza che spesso cammina da sola per Roma. So che i carabinieri non dovrebbero usare violenza sui sospettati (civili in genere), ma so che la giustizia italiana non dà sicurezza a noi cittadini e almeno in questo modo quei cinque hanno un po' pagato per ciò che hanno fatto.
Distinti saluti
Chiara Antonelli

Onorevole Bernardini
invece di andare in carcere a visitare 5 stupratori, rei di un atto vergognoso e che offende tutte le donne del mondo oltre che tutti gli esseri umani, la prego di andare a visitare le famiglie dei due ragazzi di Guidonia. Due famiglie e due ragazzi che non avranno mai più una vita normale, che ripenseranno a quanto accadutogli ogni qual volta i propri figli usciranno da casa con gli amici, con un lungo brivido lungo la schiena.
Credo che l'appellativo di cui si fregia sarebbe più appropriato verso chi fa visita alle vittime non ai carnefici, che non meritano pietà in uno stato di diritto.
Cordiali saluti

sapere che pago lo stipendio ad una mer*a umana come lei, mi fa incazzare ancora di più. Te e quel terrorista di merda di Sergio d'Elia, ma che cazzo andate in carcere!!!!! stron*a! caino va inpiccato, altro che salvato! Occupatevi di cose più importanti invece di fare sempre gli anticonvenzionali solo per il gusto di farlo. La sua carriera (?) politica è segnata dalla totale assenza di qualche significante progresso per il Paese. lei è una nullità ... forse qper questo cerca la ribarlta dei giornali in questo modo? Meriterebbe di essere inculata da un intero barcone di immigrati e poi gettata in mare ... fate schifo!

sei una perdonista di merda!!! l'italia va male per gente come te e tutti quelli che aderiscono a quella associazione fuori del mondo che con il perdono incentiva ed avalla le gesta dei delinquenti, in quasi tutto il mondo asia africa america lo stupro vieni punito con pene severissimi anche l'ergastolo o la pena di morte come in asia tant'e' che il reato e' quasi scomparso tra la popolazione . Voi vivete in un mondo che non esiste, tra le 4 mura domestiche italiani, infarcite di buonismo clericale e provinciale ignoranza. Arresti domiciliari agli stupratori e poverini mi raccomando trattateli anche bene in carcere. Avete ridicolizzato l'italia agli occhi di tutto il mondo!!! Imbecilli!!!

Credevo di essere ormai avvezzo all’incredibile ipocrita insulsaggine , per
non dire di peggio, della classe politica italiana, ma con il comportamento
dei due parlamentari radicali che hanno fatto visita agli stupratori rumeni
di Guidonia il limite è oltrepassato oltre la decenza.
Vergogna ! : interessarsi della condizione di deliquenti della peggior
specie se non meritevoli di linciaggio almeno di una sana pestata e
castrazione.
Siete solo parassiti del finanziamento pubblico e difensori di ogni specie
di feccia, in nome di un garantismo miope.
Non posso neppure augurare a quella “signora” che ha visitato quei
delinquenti di provare ad essere violentata perchè ho paura che le farebbe
piacere.
Matteo, un italiano disgustato.

"torturati", certo, se li avessero messi subito al muro e fucilati certamente avrebbero evitato guai di questo genere, sempre che sia vero.
E se anche fosse vero tutta la mia solidarietà ai "torturatori", chieda a Guidonia e in tutta Italia cosa ne pensano.
Siete fuori dal mondo come sempre e la trombata alle elezioni dovute a queste pensate sugli immigrati sembra non sia ancora stata da voi (PD compreso) recepita..
Solito buonismo becero da quattro soldi.
Curiosità: le sue visite di carità sono circoscritte alle carceri o qualche volta va anche in altri luoghi dove ci sono da visitare degli italiani, tipo lo case di riposo ?
Non avete vergogna ???
in Italia non è ancora in vigore una legge che stabilisca che gli arrestati debbano essere presi a pugni e calci. Chi è convinto che sia necessaria una legge così, la promuova, magari introducendo anche la liceità della tortura. Mi sono arrivate segnalazioni di maltrattamenti in caserma e in carcere e io sono andata a verificare con una visita ispettiva che rientra nel mio mandato di parlamentare, non sono andata a portare la mia solidarietà come qualche media ha scritto. Sapevo benissimo che la mia giusta iniziativa non era popolare, ma da radicale sono abituata a fare le cose che ritengo giuste, non quelle che fanno comodo. E uno Stato che viola le leggi mettendosi sullo stesso piano dei peggiori delinquenti genera solo ulteriore violenza.
A proposito della Sua curiosità, purtroppo per legge i deputati possono andare a visitare solo le carceri, ma ne presenterò presto una dove il sindacato ispettivo sia esteso anche alle case di riposo e agli orfanotrofi.
Cordialmente
Rita Bernardini
sempre ammesso che sia vero non si può pretendere, anche dalle forze di Polizia, che certi comportamenti delinquenziali, per di più compiuti da individui che, come dite voi, dovrebbero essere la nostra "ricchezza", ormai per fortuna arrivano a ingenerare nella gente un rifiuto totale alla ribellione, come purtroppo in tanti altri casi continuamente alla ribalta della cronaca nera. Ricorda l'assassinio dei coniugi custodi della villa ?
Sono esseri umani ? Si è soliti chiamarli, erroneamente, "bestie" e "animali" ma io che ho un cane rifiuto tali aggettivi perché gli animali sono infinitamente migliori, anche quelli che per il loro codice genetico possono sbranare una persona ma non lo farebbero mai per crudeltà o altro come invece hanno fatto i suoi assistiti.
Lei dice che non è ammesso ma forse tra quei (presunti) giustizieri ci potrebbe essere qualche padre di famiglia con figlie che, contrariamente a chi pontifica sempre senza mai esserne coinvolto direttamente, almeno si sforza di calarsi nella realtà e può chiedersi: "e se fosse capitato a me ?". Debolezza professionale del momento, certamente, ma può capitare e non sappiamo se non c'é stata anche la provocazione lette le (allegre) dichiarazioni del branco di volersi divertire a tutti i costi senza provare alcun senso di colpa.
Per questi bastardi (preferisco chiamarli così) qualsiasi gesto di ritorsione dovrebbe essere valido e non dovrebbero ricevere visite caritatevoli proprio da parte di donne che, come lei, dovrebbero avere un istintivo atteggiamento di rifiuto, anche solo alla vista. Altroché preoccuparsi di occhi neri o altro ......
Ormai, e per fortuna, gli italiani (anche i più restii) si stanno rendendo conto che il "buonismo" a lungo praticato per giustificare l'invasione (e questo riguarda anche i rom) è stato un boomerang e che la politica del "subire senza reagire" ormai non paga più. Sa benissimo che gli italiani non sono propriamente dei "rambo" e che preferiscono ragionare sulla base del proprio portafoglio lasciando le ideologie e le filosofie agli addetti ai lavori, quindi la propaganda di vedere in coloro che si ribellano dei "razzisti" è ridicola ma quando è troppo ....... è troppo come profetizzato tanti anni fa dalla Lega Nord e oggi purtroppo realtà.
Penso che anche da comune cittadina potrebbe andare a visitare case di riposo e orfanotrofi per poi contribuire a migliorare le leggi in difesa degli italiani.
Ormai la sproporzione tra difesa degli immigrati e quella degli italiani è evidente a sfavore di questi ultimi, da comune cittadina faccia una visita ai pronto soccorso degli ospedali e vedrà il curioso atteggiamento "premuroso" (purtroppo imposto al personale) verso gli immigrati che hanno diritto di passare prima, che non pagano le visite e che sono il più delle volte pure strafottenti (mia moglie lavora proprio in un qualsiasi pronto soccorso e potrebbe scrivere un libro sulle umiliazioni ricevute).
Apparentemente questo argomento esula da quello di quei bastardi ma non è così perché proprio anche grazie ad iniziative come la sua si sentono sempre protetti e padroni di fare quello che vogliono, nel nostro Paese, glielo ricordo, e non sulla luna.
Cercare di togliere la rogna ai cani, incolpevoli di averla presa, è un dovere sacrosanto, toglierla ad ex-esseri umani consapevoli delle nefandezze compiute è un delitto, vanno lasciati con il loro fardello almeno dietro le sbarre, per la vita.
Naturalmente lo stesso per gli altri odiosi delitti contro la dignità umana e naturalmente per italiani e immigrati anche se per i primi non si può fare altro perché (purtroppo) nati quì mentre per i secondi si può agire preventivamente e fare delle leggi che ci riportino all'antico "buon vivere", leggi fin troppo ovvie dove il buonismo sia bandito.
Se ricordo le vostre iniziative sulla droga e altre tematiche non posso certo illudermi, continuerà lo scontro tra opinioni diverse come (ci dicono sempre) ...... è giusto che sia .......
Ringrazio per l'attenzione
Paolo

Ciao Rita,
vogliamo esprimere a te e a Sergio D'Elia la nostra più completa ed affettuosa solidarietà per quanto state subendo in queste ore. Forza Rita, un abbraccio, Vittorio e Libera, Prato

Complimenti cara bernardini (scritto in minuscolo per disprezzo), pronta a correre in carcere a prendere le difese di quattro rifiuti umani e ad accusare le Forze dell'Ordine, ma giustamente se ne guarda bene dal far visita alle vittime. complimenti. inutile dire che il giorno che 4 rumeni violenteranno lei, ci aspettiamo tutti che vada in carcere a far loro visita per sincerarsi delle loro condizioni. lei mi fa schifo e le auguro con tutto il cuore ogni male. saluti.

Cara Rita,
mi scuso se mi rivolgo a Lei in questo modo amichevole, ma ci tengo a farle sapere che ha tutta la mia comprensione ed il mio appoggio per le recenti vicende che hanno coinvolto Lei e Sergio d'Elia riguardo il fatto di cronaca sullo stupro di Guidonia.
Ho saputo, tramite i giornali ed il sito web dei radicali, che lei ha ricevuto numerose email piene di insulti per il solo fatto di aver fatto notare che in Italia è venuto meno lo stato di diritto; ritengo che la sua battaglia sia una battaglia di tutti quei cittadini che credono ancora nello stato di diritto e che rifiutano con sdegno ogni forma di giustizialismo e di linciaggio, anche di fronte a quelli che si macchiano dei peggiori delitti.
Sono convinto che un criminale è sempre una persona, e trovo lodevole la sua difesa nei confronti di quei rumeni che sono stati picchiati e pestati dalle forze dell'ordine,
Purtroppo noto con rammarico che questa onda di giustizialismo e di linciaggio si fa sempre più larga, e serpeggia ormai non solo nella società civile (?), ma anche in seno alla politica ed alle forze dell'ordine che dovrebbero essere i garanti di quello stato di diritto che ogni giorno vedo sempre più calpestato e selvaggiamente "picchiato".
Spero che la mia email possa essere un bagliore di luce in mezzo all'oscurità dell'ignoranza e della violenza, che resta sempre violenza, anche quando è rivolta contro a dei "criminali".
Un saluto affettuoso

Hai mai pensato come ti saresti comportata se avessero violentato tua figlia... di 20 anni?
E se avessero violentato te all'età di 20 anni?
Saresti andata a trovare i violentatori in carcere e avresti manifestato solidarietà nei loro confronti? (indipendentemente dalla nazionalità)
Avresti criticato il comportamento delle forze dell'ordine?
Avresti parlato di una nazione che non è civile?
Quelli non sono persone, ma bestie! E come bestie vanno trattate.
Cognome: Crosilla
Nome: Mauro
Età: 52 anni
Professine: dirigente d'azienda (in una cooperativa)
Simpatie: per il centro sinistra (ho votato PD) ma la stò perdendo anche a seguito del comportamento di deputati come te
Distinti saluti

Brava, diamoci la pensione di invalidità a questi criminali, avrei voluto vedere se avessero stuprato un Tuo famigliare...

Mi spiace signora Bernardini, ma non l'ho offesa nè insultata, ho semplicemente espresso la mia opinione in maniera educata e civile. La pubblicazione del mio messaggio non mi provoca alcun fastido.
Voglio solo precisare che non sono razzista e che non ho fatto alcun riferimento alla nazionalità degli accusati: per me sono solo dei ragazzi che hanno violentato una ragazza, come molti altri casi (purtroppo). Mi viene il sospetto che la razzista sia lei, che si è preoccupata di loro solo perchè rumeni.
saluti
Chiara Antonelli

Brava!!!! Complimenti!!!!! Sei tutti noi!!!!! Tanto a te, con
quella
> faccia da
> ipotiroidea che ti ritrovi chi ti s'inculera' mai?
> Marcello Cacopardi (elettore in Sicilia ex PD)
Gentile Signor Cacopardi, in Italia non è ancora in vigore una legge che stabilisca che gli
arrestati debbano essere presi a pugni e calci. Chi è convinto che sia necessaria una
legge così, la promuova, magari introducendo anche la liceità della tortura.
Mi sono arrivate segnalazioni di maltrattamenti in caserma e in carcere e io
sono andata a verificare con una visita ispettiva che rientra nel mio
mandato di parlamentare, non sono andata a portare la mia solidarietà
come qualche media ha scritto. Sapevo benissimo che la mia giusta
iniziativa non era popolare, ma da radicale sono abituata a fare le cose che
ritengo giuste, non quelle che fanno comodo. E uno Stato che viola le leggi
mettendosi sullo stesso piano dei peggiori delinquenti genera solo
ulteriore violenza.
Cordialmente
Rita Bernardini
N.B. Peccato che Lei usi un linguaggio simile a quello degli
stupratori; non le fa certo onore.

Signora,
Lei è stata eletta nella mia circoscrizione elettorale,anche grazie
al mio voto,e sono convinto che il Suo comportamento pubblico dovrebbe,
quanto meno, essere rispettoso della sensibilita',se non della
volonta', della maggior parte dei Suoi elettori ed elettrici.Ma
evidentemente Lei è abituata a fare le cose che ritiene Le facciano
comodo e non quelle giuste.
Per quanto riguarda la possibilita' di promuovere una legge, La
informo che assieme ad altri 400.000 cittadini ho
chiesto che venga discussa dal parlamento una nuova Legge elettorale
che abbia proprio lo scopo di impedire che persone come Lei,
assolutamente sconosciute agli elettori,con meriti e qualita'conosciuti
solo dai propri segretari di partito o dal loro stretto entourage, con
bagaglio culturale dubbio (diploma istituto commerciale),si arroghino
il diritto di rappresentarci in parlamento e,sulla base di questo
supposto diritto,si rendano protagonisti (credo a scopo principalmente
pubblicitario) di iniziative stupide quanto cervellotiche.
Nello scusarmi per il linguaggio usato nella precedente mail che,lo
riconosco,non vale nemmeno la pena sprecare con Lei, Le comunico
naturalmente che, se alle prossime elezioni dovesse avere l'ardire di
farsi ancora presentare nella mia circoscrizione elettorale,non potra'
contare sul mio suffragio.
Cordialmente
Marcello Cacopardi

In merito alla sua presa di posizione a favore degli stupratori di Guidonia non le invio tutti gli insulti che in questo momento come donna mi verrebbero di indirizzarLe; essendo una persona molto educata mi limito ad informarLa di ritenere che il suo comportamento sia stato dettato unicamente dalla necessità che hanno tutte le persone mediocri di voler far parlare di sè a tutti i costi; purtroppo ha scelto molto male sia il motivo che il momento. Non le auguro di subire la stessa sorte di "Laura" perchè magari le farebbe anche piacere ( una bella scopata con 4 rumeni focosi), ma di poter soffrire quello che sta soffrendo Laura .
Saluti.
Maria Maddalena

Cara Rita, io penso che tu e Sergio D'Elia abbiate fatto un'azione ragionevole e a difesa dello Stato di diritto.
La Costituzione nell'articolo 27, a meno che non mi sia perso qualche modifica, ma ne dubito, dice questo:
La responsabilità penale è personale.
L'imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva.
Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
Non è ammessa la pena di morte.
La quasi totalità dei mass-media a forza di fare categorie (rumeni, extracomunitari, zingari, drogati) sta dando una bella spinta al primo comma di questo articolo. E la violenza anche su chi ha commesso i crimini più efferati dovrebbe essere inammissibile.
Quest'Italia per tanti aspetti mi piace sempre meno.
Ciao, un abbraccio
Fabrizio Tosti

"Chi crede di rappresentare con questi gesti?perchè non è andata a trovare la ragazza violentata?.Ho votato due volte il partito dei radicali e le giuro che non commetterò più questo errore.Si dimetta da parlamentare perchè lei non rappresenta nessun italiano!!!se ha il coraggio accolga i due rumeni agli arresti domiciliari a casa sua.Sia coerente e non faccia solo sceneggiate!!!"

invece che andare a trovare chi ha subito violenza LEI! e' andata a trovare quei 6 delinquenti che meritano solo di marcire in galera MINIMO! e ha palesato che i nostri FRATELLI CARABINIERI hanno maltrattato questi ? ma cosa l'ha spinta a fare questo ? spero non si trovi mai davanti a qualcuno di quei 6..."

"il minimo che posso fare per esprimere solidarietà.i radicali difendono la civiltà del diritto e l'Italia civile.molti cordiali saluti"

ho appreso con stupore della Sua visita ai presunti strupatori di Guidonia, sarebbe stato sicumente più opportuno che, come parlamentare e donna, avesse fatto visita alla vittima dello strupro piuttosto che ai presunti strupatori, ma sicuramente mediaticamente questo non le avrebbe portato alcuna pubblicità. Sono una cittadina indignata da certi comportamenti tipicamente italiani ove il carnefice diventa vittima e la vittima diventa il "nulla"; non voglio negare con ciò che chiunque è innocente finchè non viene condannato e che quindi i suoi diritti vadano tutelati, ciò non toglie che la nostra società sta vivendo un momento molto grave ove il senso di giustizia e di tutela vengono meno ed i cittadini si sentano sempre più impotenti ed abbandonati a se stessi; così che, tanta solerzia nei confronti di chi pensa di poter picchiare, rapinare, sequestrare e stuprare risulta ancor più fuori luogo. Non oso immaginare infine come la ragazza, vittima di un atto così efferato, si sia sentita nell'apprendere che un parlamentare della Repubblica si sia preso tanto a cuore lo stato di chi le ha rovinato la vita per sempre. f.to Raffaela Mucchiut

...mi sforzerò di essere il più educata possibile..una sola parola mi viene da rivolgerLe...VERGOGNA!!
E mi riferisco allo stupro di Guidonia...vergogna a lei che si è messa dalla parte di quelle bestie (perchè non sono esseri umani), vergogna a lei che invece di andare a trovare la vittima di questo schifo è andata subito in carcere a trovare i carnefici e si è pure lamentata di averli trovati male...ma certo..ma se vuole gli paghiamo un hotel extralusso e gli facciamo fare una bella vacanzina!!!
Quella gente non meriterebbe neanche di stare al mondo...lei forse non ha idea dei danni che ha subito quella povera ragazza di 20 anni...20 anni si rende conto?!?
Ma che cavolo aveva in testa quando si è eretta a difesa di quei maledetti?????!! Che dice magari adesso in prigione ci mettiamo le vittime..è d'accordo? SI VERGOGNI!!!

Cara Rita,mi chiamo Fabiano e sono un vs sostenitore dal 2006 per colpa di quel sogno chiamato "Rosa nel Pugno".Sò che ultimamente sei stata colpita da insulti e,minacce;ti chiedo scusa per loro che sono certo non sanno nulla dei Radicali e,di cosa VERAMENTE siete capaci.Se solo sapessero che tutte le grandi conquiste degli ultimi 50anni Vi vedono protagonisti LORO,loro si cheterebbero.Sono con te e,ti invito a tener fede alla bandiera Radicale.Citi Fabiano

Complimenti!!! Se qualcuno avesse lo stomaco di stuprare un rospo come te, vado personalmente a complimentarmi per il coraggio!!!
Vai aff…. Te e caino!!! Dovresti provare sulla tua pelle quello che ha provato quella ragazza!
Dopo l’orrore dell’accaduto, si deve unire la vergogna, lo schifo, l’arroganza di un personaggio che assieme ai suoi simili, non ha motivo di stare in un mondo già pieno di feccia che difendi con tanto ardore! Te e i tuoi amici dell’associazione a delinquere che chiamate “nessuno tocchi Caino”, Occupatevi di difendere la gente bisognosa, i bambini che muoiono di fame, imparate da Gino Strada, Madre Teresa e gente che tutti i giorni si prodiga per il prossimo, non dei porci delinquenti. Sei patetica, al mondo succedono cose del genere perché gentaglia come te e i tuoi simili difende i delinquenti. Anche tu appartieni a questa categoria e meriti di marcire in carcere, dove spero subirai ogni tipo di violenza.
So che non avrai il coraggio di rispondere, perché sarai sicuramente anche una povera vigliacca.
Concludo dicendo che mi fai schifo, sei una persona di me…a, vivi nell’ignoranza e nell’arroganza, sei una fallita, una pezzente, mi auguro che qualcuno decida di impiccare i tuoi 5 amici di Guidonia e che la sesta corda sia la tua! Verrò personalmente a sputarVi…
Cordialissimi saluti.

La differenza tra i cittadini ed i delinquenti è che i cittadini rispettano le leggi ed i delinquenti no. Ed a maggior ragione le leggi vanno rispettate da chi ha il dovere di farle rispettare dagli altri.
Non comprendere questo semplice concetto ed addirittura minacciarLa perchè ha fatto il suo dovere di parlamentare è semplicemente assurdo e vergognoso.
Comunque, un consiglio: non prenda per oro colato le violenze che i delinquenti lamentano dalle forze di polizia: molte volte si tratta solo di qualche schiaffo (e con questo non intendo dire che sia giusto darlo senza motivo) o di vere montature.
Chi le scrive è un operatore di polizia, che non dimentica di essere innanzitutto un cittadino e che ritiene che la legalità vada sempre ed in ogni caso rispettata ma che sa pure che i delinquenti spesso inventano di avere subito violenze.
Chi commette un crimine di tale gravità non deve tanto temere eventuali schiaffi delle forze dell'ordine quanto eventuali "punizioni" degli altri detenuti che mal sopportano la presenza tra loro di simili soggetti.
Cordiali saluti di buon lavoro.

Spero che almeno la benzina usata per andare a trovare quelle 4 bestiacce in
carcere l'abbia pagata lei.
Sapere che soldi pubblici vengono spesi per un'iniziativa del genere mi dà la
nausea.
Che schifo dovete vergognarvi, ma come vi viene in mente di difendere quelle
belve? Ma quale stato di diritto, ma quale rispetto delle regole, per avere un
po' di visibilità vi permnettete di umiliare così una popolazione che ormai ha
finito di credere alla giustizia.
Cesare Livoni

Mi spiace molto per gli insulti, hai fatto esattamente quello che era dovere di un parlamentare fare in quella situazione e hai fatto bene a farlo.
Ti esprimo la mia solidarietà e quella dei radicali genovesi e imperiesi anche per il lavoro che stai facendo in questi mesi sui campi nomadi e sui centri di accoglienza.
Un abbraccio,
Stefano Petrella

ora capisco cosa fate del vostro tempo, andate a far visita ai poveri romeni violentatori. Commovente. Se non fosse che lei è anche al Parlamento italiano.
Mi vergogno di essere italiano come lei.

Non ci conosciamo,ma mi permetto di darti del tu e dirti che sono solidale con te Rita!
Hai passato una vita a difendere i diritti delle donne ed ora quattro idioti vengono a vomitare odio su di te! Questa gente non ha detto nulla all'italianissimo stupratore di Capodanno!
Quanto alle "forze dell'ordine"...finora nessuno di loro che aveva commesso reati ( vedi Genova) ha fatto un giorno di carcere: alla faccia della certezza della pena!!
Guido Lucente

"Provo vergogna e disprezzo per il suo gesto nei confronti dei 6 rumeni stupratori."